Rientro dalle vacanze estive e dieta.

0
1222

Al rientro dalle vacanze si ripongono nel cassetto bikini e copricostume e si rispolverano i jeans rimasti nell’armadio per tutta l’estate. Solo al pensiero di dover rientrare nei jeans e di affrontare la bilancia ci sentiamo in colpa e ci rendiamo conto di aver esagerato durante le vacanze. Il momento è catartico: oltre a dover fare fronte nuovamente il lavoro dovremo affrontare l’ago della bilancia e porre rimedio alla nostra linea appesantita!

Tornati dalle vacanze ci sentiamo gonfi, ingrassati, pesanti e…. in colpa! Il primo pensiero è quello di placare il nostro senso di colpa compensando agli eccessi e agli stravizi della vacanza con altri eccessi: a pranzo non mangio, per una settimana solo insalata, niente più pasta e chi più ne ha più ne metta. Niente di più sbagliato! Se in vacanza non siete riusciti a resistere alle tentazioni e avete sgarrato cedendo alle lusinghe del cibo non sentitevi in colpa, fa parte della vita prendersi una pausa da tutto e godersi un momento di relax. Al rientro a casa sarà sufficiente riprendere le sane abitudini alimentari senza ricorrere a digiuni punitivi o a pasti eccessivamente “leggeri” e poveri di calorie ma anche di nutrienti. Tornare ad una sana alimentazione ci consentirà di sentirsi meglio in pochissimo tempo e di perdere subito il gonfiore e i liquidi in eccesso. Dobbiamo perdere qualche chiletto? Poniamoci obiettivi raggiungibili e diamoci delle scadenze ragionevoli, solo così riusciremo ad essere costanti e a mantenere i risultati nel tempo.

Al rientro delle vacanze per almeno un mese la parola d’ordine è leggerezza. Stare leggeri non significa escludere alcuni gruppi alimentari o macronutrienti (come ad esempio i carboidrati!), ma significa seguire un’alimentazione sana e bilanciata rinunciando per un po’ agli eccessi, all’aperitivo tutte le sere, al dolce alla fine di ogni pasto. Ancora per un po’ possiamo sfruttare il caldo per prediligere cibi crudi o con cotture veloci e leggere per rendere più “light” la nostra alimentazione. Prediligi pane e pasta integrali e inserisci nei tuoi pasti una corretta quota proteica per aumentare il senso di sazietà e tenere sotto controllo l’indice glicemico. Fai cinque pasti al giorno, senza mai rinunciare a spuntini freschi e leggeri ti aiuteranno a spezzare la fame tra un pasto e l’altro.

Gli zuccheri semplici, ovvero quelli più raffinati, andrebbero limitati al massimo. Il loro consumo, infatti, fa impennare il conto delle calorie quotidiane assunte. Attenzione quindi ai dolci ma anche agli zuccheri “nascosti” all’interno di snack (anche di quelli light!) e di alimenti confezionati, ricordatevi di consultare sempre l’etichetta nutrizionale e selezionare gli alimenti contenenti meno di 10g di zucchero ogni 100g. Seguire una dieta a basso contenuto di zucchero è una buona abitudine nutrizionale che dovrebbe accompagnare sempre la nostra dieta, non solo quando vogliamo perdere qualche chiletto. Voglia di dolce? Prediligi frutta e verdura di stagione, naturalmente ricche di uno zucchero naturale chiamato fruttosio ma anche ricche di fibre, vitamine e antiossidanti.

Attenzione anche al consumo di sale, nemico della nostra salute e responsabile della ritenzione idrica. Usa principalmente le spezie per dare sapore ai tuoi piatti e scegli un sale integrale come il Sale Rosa dell’Himalaya, il Sale Rosso del Pacifico, il Sale Nero delle Hawaii, il Sale Grigio dell’Atlantico o un sale iposodico.

Il buongiorno inizia dal mattino, quindi è bene iniziare la giornata rimettendo in moto il metabolismo con una colazione completa ed equilibrata. Siete abituati a una tazza di caffé al volo prima di uscire di casa oppure a cappuccino e cornetto al bar davanti all’ufficio? Non cedere alla pigrizia ma ritagliati un pò di tempo ogni mattina per una sana colazione. La colazione perfetta deve contenere tutti i nutrienti necessari per le esigenze del nostro organismo al risveglio. Non può mancare una bevanda calda che aiuti a reidratare il nostro organismo, carboidrati per fare il pieno di energie, una fonte proteica e fibre per aumentare il senso di sazietà.

Non te la senti ancora di rientrare in palestra? Non hai tempo da dedicare allo sport? Approfitta della bella stagione e riempi la tua giornata di…passi. Camminare aiuta a migliorare la salute cardiovascolare e a mantenersi in forma. Bastano 10.000 passi al giorno che equivalgono a 60 minuti di walking.

Per “sciogliere il grasso” basta una marcia leggera, un ritmo che potrebbe corrispondere a quello di una passeggiata con il cane (circa 4km all’ora). Per migliorare il tono muscolare di gambe e glutei, a giorni alterni, aumenta la velocità della camminata per trovare l’efficacia di un vero e proprio allenamento.

Dott. Febo Quercia- Biologo Nutrizionista

Per info e contatti: cell. 347.5706003

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.