Il premio giornalistico “Angelo Maria Palmieri” giunge alla sua X edizione.

Il premio è promosso da Fiaba Onlus e dalla Biblioteca ed Associazione Culturale "Angelo Maria Palmieri" in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti d’Abruzzo. Le candidature saranno aperte fino al 5 aprile 2022. Dalla tutela dei diritti al superamento delle barriere, dal femminicidio alle nuove povertà, saranno premiati i giornalisti impegnati nella diffusione dei valori etici.

0
365

È giunto alla decima edizione il premio giornalistico “Angelo Maria Palmieri”, promosso da Fiaba Onlus e la Biblioteca ed Associazione Culturale “Angelo Maria Palmieri”, in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti d’Abruzzo e appunto intitolato ad Angelo Maria Palmieri, giornalista a lungo alla guida dell’Ufficio Stampa di Fiaba Onlus, scomparso a soli 30 anni nel 2011.

Il concorso è riservato ai giornalisti professionisti, pubblicisti, praticanti, e agli studenti iscritti alle scuole e master di giornalismo riconosciuti dall’Ordine nazionale dei giornalisti. È ispirato ai valori che hanno contraddistinto la vita del giovane giornalista: la correttezza e l’obiettività nell’informazione e l’impegno sociale.

Saranno premiati i primi tre migliori articoli o servizi radio radio-televisivi che abbiano affrontato tematiche importanti per la diffusione dei valori etici della professione come la tutela dei diritti umani, il superamento di tutte le barriere, le pari opportunità, il femminicidio, il bullismo e cyberbullismo, l’integrazione sociale, le nuove povertà, la convivenza civile. Gli articoli e/o i servizi radiotelevisivi devono essere stati pubblicati o trasmessi tra il 1° marzo 2021 e il 30 marzo 2022. Gli elaborati devono essere inviati entro il 5 aprile 2022 per e-mail a ufficiostampa@fiaba.org. Per maggiori informazioni: telefono 06.43400800 – ufficiostampa@fiaba.orgwww.fiaba.org

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.