A Milano nasce una nuova Unit di Elis, il polo dell’intelligenza artificiale

Nel progetto Bocconi, Bicocca, Statale e Politecnico. La capitale lombarda si candida per divenire un nuovo polo europeo nel campo dell’intelligenza artificiale.

0
238

Il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha presentato a Palazzo Marino la nascita della Unit milanese di Elis, lo European Laboratory for Learning and Intelligent Systems. Alla conferenza presente oltre al sindaco, il rettore della Bocconi , Gianmario Verona, il prorettore vicario della Statale, Maria Pia Abbracchio, la rettrice della Bicocca, Giovanna Iannanturi e il rettore del Politecnico Ferruccio Resta. I rettori infatti hanno annunciato la cooperazione tra i loro quattro prestigiosi atenei per creare un polo di eccellenza per la ricerca e la formazione nel campo dell’intelligenza artificiale e nel machine learning. L’idea ambiziosa è quella di divenire una nuova Cern dell’intelligenza artificiale. Il rettore del Politecnico, Ferruccio Resta ha dichiarato: “ “L’intelligenza artificiale è uno strumento che permette di trovare valore dentro i dati. Si apre un mondo per fare sicurezza, energia, cultura, politiche cittadine, di mobilità, ambientali. E’ un tassello con cui ci presentiamo sul Pnrr e che mettiamo a disposizione de paese e della città per rendere più efficaci queste grandi trasformazioni”. Nata nel 2018 , Elis intende essere la risposta europea alle sfide del settore portata avanti dalle grandi superpotenze globali della tecnologia. Il suo scopo è lo sviluppo della ricerca scientifica nel campo dell’intelligenza artificiale nel nostro continente. I settori di interesse sono: 1)il machine learning interattivo, che studia l’interazione di un algoritmo con l’ambiente; 2) le reti neuronali e il deep learning; 3) la salute e la biologia computazionale, che applica l’intelligenza artificiale alla medicina; 4) l’uso dell’Ai per l’analisi e l’elaborazione del linguaggio naturale. Il Sindaco di Milano Giuseppe Sala ha commentato positivamente il progetto portato avanti dalle quattro Università della sua città: “ Milano guarda al futuro grazie all’unione delle sue eccellenze universitarie. Per noi milanesi che bello vedere che le nostre università collaborano così tanto e bene..Avere le quattro università insieme è una garanzia. Avere l’appoggio dei fondi europei è un’altra garanzia e mi sembra una cosa positiva per la nostra città e per il nostro paese”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.