Peduzzi (Prc): “Lavoratori Duty Free, intervengano il Prefetto e la Regione”

By on 5 Gennaio 2013

PeduzziIQ. 05/01/2013 – “E’ iniziato uno spietato conto alla rovescia per il futuro occupazionale dei 44 lavoratori e lavoratrici del Duty Free dell’aeroporto di Fiumicino, che dal 16 gennaio prossimo rischiano il licenziamento a seguito del mancato rispetto della clausola di salvaguardia sociale dopo il rinnovo delle concessioni per gli spazi commerciali dell’aeroporto.

Nonostante la loro mobilitazione vada avanti compatta ormai da molto tempo, grazie anche al sostegno dell’Usb e della Cgil, non si vede ancora uno spiraglio di luce che consenta di giungere a soluzioni certe e garanzia di continuità lavorativa”. E’ quanto afferma Ivano Peduzzi consigliere di Rifondazione Comunista alla Regione Lazio, che oggi pomeriggio prenderà parte alla mobilitazione a oltranza organizzata dai lavoratori e dalle organizzazioni sindacali davanti all’aeroporto.

“Nonostante un incontro con il Prefetto e con la Regione, che ha fatto sperare nell’avvio di una soluzione per la tutela dei posti di lavoro dei 44 dipendenti, il tutto si è poi concluso con un nulla di fatto a causa della mancato impegno delle ditte subentranti nella gestione degli spazi commerciale e di Adr nel far decollare le trattative. Nel sostenere i sindacati, che hanno già fatto richiesta di un nuovo incontro tra le istituzioni e le parti in causa, abbiamo oggi scritto al Prefetto e all’assessorato competente della Regione Lazio sollecitandoli a intervenire con la massima urgenza. La data del 16 gennaio si avvicina, e non c’è più tempo per attendere oltre. E’ ormai improrogabile l’apertura di una trattativa una trattativa finalizzata alla salvaguardia occupazionale di tutti i lavoratori e di tutte le lavoratrici ”, conclude Peduzzi.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.