Letta: Su Iva troveremo una soluzione

By on 24 Giugno 2013

IVAIQ. 24/06/2013 – Una “soluzione si trovera”‘ ma no ai “diktat”.

Il premier Enrico Letta assicura di non volere l’incremento dell’Iva dal 21 al 22% e allo stesso tempo pero’ prova a mettere all’angolo il Pdl che da giorni incalza il governo su questo fronte ricordando come “sia stato Berlusconi a prevedere il rincaro nel 2011”. Pronta la replica del partito del Cavaliere: falso, spiega il capogruppo alla Camera Renato Brunetta, il rischio della stangata sui consumi e’ da addebitare all’Esecutivo Monti. Polemica in cui si inserisce il professore chiedendo ai partiti di “non forzare” il capo del governo a fare una deviazione dal percorso tracciato perche’ questa operazione – dice – sarebbe pagata solo da cittadini ed imprese.

“Il governo – rimarca il leader di scelta civica – e’ tutore del bilancio e non deve sentirsi tenuto a mantenere promesse elettorali fatte, talora irresponsabilmente, dai partiti”. Fibrillazioni, quelle interne alla maggioranza e alla stessa squadra di governo, che il presidente del Consiglio derubrica come normali, sostenendo di aspettarsene altre in futuro: “che maggioranza e’ – sostiene – quella in cui non si discute?”. E poi , quella Pd-Pdl e’ un’alleanza davvero “originale” e dunque una dialettica accesa e’ fisiologica. E cosi’ ancora una volta, dalla Santanche’ alla Bernini, gli avvisi e gli ultimatum si moltiplicano.

(Fonte – RaiNews 24)

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.