Sviluppi del progetto partecipativo “Vivi Tiberina”

By on 18 Gennaio 2013

Regione TiberinaIQ. 18/01/2013 – Numerosissimi i voti pervenuti per il contest informale relativo al marchio grafico da associare al marchio verbale registrato “Tiberina Tipica”, che caratterizzerà quello che si va prefigurando – fra le altre cose – come il più grande gruppo territoriale d’acquisto di beni e servizi in Italia, sotto lo slogan <<I cittadini si organizzano per fruire del territorio di vita e di prossimità>>; le modalità di voto dal link a centro home-page di www.unpontesultevere.com.

In questo caso particolare, rispetto all’abituale impostazione dei programmi del Consorzio Tiberina – che integra unitariamente e sinergicamente le città e le diverse sub-aree dell’area interna della Tiberina – il progetto “Vivi Tiberina” tiene conto – costruttivamente e funzionalmente – di una decisa asimmetria e di una polarità marcata all’interno della regione policentrica. Anche tramite una serie di studi e ricerche di queste ultime settimane, e ad una sempre più stretta collaborazione con l’Associazione Nazionale ANCI Res Tipica (www.restipica.net) – che nella regione Tiberina ha la massima densità in Italia delle proprie identità territoriali –, si delinea una struttura in cui riversare gli elementi sia tecnico-scientifici sia di partecipazione e condivisione che caratterizzano il Consorzio Tiberina e i 58 Consorziati (Università, Enti Locali, Imprenditori, Associazioni). Fra questi, l’Associazione Amici del Tevere può rivestire un ruolo decisivo, grazie al suo radicamento a Roma (la predetta polarità urbana, ovviamente) e a tutta una serie di accordi coassociativi stipulati, per esempio con l’Associazione Amici dell’Auditorium di Roma – pure Consorziata – e con numerosi altri Soggetti rappresentativi di ambienti lavorativi, culturali, socio-economici in genere; quella è citata in particolare per il lavoro comune già svolto per più anni sui temi del rapporto bilaterale città-territorio fra storia, natura, culture, turismo e viver sano, grazie anche al Presidente Onorario – Enzo Foschi – condiviso dalle due “Amici del ……”: cfr per esempio, quasi 4 anni fa, il Convegno Nazionale di cui al JPG allegato (1^ pagina dell’invito) e alle segnalazioni dell’Autorità di bacino del fiume Tevere (http://www.abtevere.it/sites/default/files/datisito/piano_gestione/part_pubb/quadro_ricogn_part_pubbl_22%20_dic_2009.pdf) e dell’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Bra – CN (http://www.unisg.it/comunicati/roma-31-marzo-lunisg-partecipa-ad-un-convegno-nazionale-sul-bacino-del-tevere/), che già all’epoca vedeva nel Bacino del Tevere un’assoluta eccellenza internazionale.

 In considerazione della grandissima quantità di produzioni identitarie diffuse su tutti i 17.375 kmq della regione Tiberina, e della concentrazione dei due terzi della popolazione a Roma, non sarebbe né ecologico né economico pensare che 3.000.000 di persone circa (a prescindere dalle proprie attitudini culturali e turistico-ricreative) girino in lungo e in largo per reperire prodotti agro-alimentari e artigianali caratteristici delle singole località della Tiberina, che pure rappresenta il retroterra storico-geografico della Capitale, impluvio a monte della foce del Tevere contornato da uno spartiacque di monti e colline, fitto di vie di collegamento nei fondovalle; né tutti i produttori possono posizionarsi direttamente a Roma bypassando la grande distribuzione a costi contenuti.

Si prefigura dunque un assetto come sotto schematizzato, che coinvolge in ogni caso tutte le città della Tiberina attraverso il “polo logistico baricentrico” (aperto a consumatori, fruitori e visitatori in genere) e tutti i potenziali “ospiti” di qualunque provenienza; il “polo” dovrebbe posizionarsi possibilmente in luogo dall’altissima accessibilità. Vi invitiamo dunque a inviare commenti attraverso gli abituali “canali”.

Consorzio Tiberina – Agenzia di sviluppo per la valorizzazione integrale e coordinata del Bacino del Tevere

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.