Scoperta archeologica: a Ramallah luogo di sepoltura di Santo Stefano

By on 23 Novembre 2014

L’archeologo palestinese Salah Hussein al Hudeliyya, a capo della squadra di studiosi impegnati nella campagna di scavi e ricerche presso il sito archeologico di Khirbet El Tireh (a due chilometri dalla città palestinese di Ramallah), ha confermato il ritrovamento di indizi che consentono di identificare quell’area archeologica con il luogo di sepoltura di Santo Stefano, il primo martire cristiano.

Le ricerche, condotte nel sito da archeologi palestinesi e israeliani, fanno parte di un progetto sostenuto dalla Al Quds University e sono concentrate intorno ai resti di un grande complesso bizantino, comprendente una chiesa e un monastero. In uno degli ambienti studiati – così ha dichiarato l’archeologo ai media locali consultati dall’agenzia Fides – ci siamo imbattuti in una iscrizione che indica che questa chiesa è stata costruita in onore dell’apostolo e arcidiacono Santo Stefano protomartire, sepolto qui nel 35 dopo Cristo”.

Il progetto di studio permetterà di condurre ricerche e campagne archeologiche nel sito per i prossimi 5 anni. Un’ampia sezione dell’area archeologica appartiene al patriarcato greco ortodosso di Gerusalemme. E’ facile prevedere il futuro inserimento del sito archeologico negli itinerari dei pellegrinaggi in Terra Santa.

(Fonte Radio Vaticana)

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.