SAN GIOVANNI II, ANCORATO ALLA ROCCIA DI GESU’

By on 4 Maggio 2014

Francesco celebra la messa nella parrocchia di San Stanislao in via delle Botteghe Oscure, punto di riferimento della comunità polacca, e ricorda il nuovo santo Papa Wojtyla

Papa Francesco ha celebrato questa mattina la messa nella parrocchia romana di San Stanislao, in via delle Botteghe Oscure, punto di riferimento della comunità polacca nel cuore di Roma. Prima di entrare in chiesa, per la sua settima visita a una parrocchia della diocesi di Roma, Bergoglio ha rivolto un breve saluto ai presenti attraverso i microfoni di «Rai News 24». Il vangelo del giorno è quello che racconta dei discepoli di Emmaus, e del loro incontro con Gesù risorto, da loro riconosciuto nel momento in cui spezzava il pane a tavola.

«Abbiamo ascoltato nella prima lettura – ha detto Francesco nell’omelia – la voce di Pietro che annuncia con forza la risurrezione di Gesù. Nella seconda lettura ancora Pietro conferma la risurrezione. Pietro è il punto di riferimento e così è stato Giovanni Paolo II, ancorato alla “roccia” di Gesù».

«Siamo qui, dove Giovanni Paolo II è venuto più di ottanta volte – ha continuato Bergoglio – per celebrare e ringraziare per la sua canonizzazione. La sua carne riposa nella speranza e ciò ci invita a seguire la strada di san Giovanni Paolo II».

«Siete disposti a fare lo stesso? – ha chiesto il Papa ai presenti – Siamo viandanti, ma non erranti. Noi sappiamo dove andiamo. Siamo pellegrini ma non randagi come diceva Giovanni Paolo II. I discepoli di Emmaus all’inizio erano erranti, ma al ritorno non lo erano più: avevano incontrato il Viandante risorto. E oggi Gesù è qui, con noi e tra noi come il Viandante risorto. Ognuno di noi può diventare un viandante risorto se siamo capaci di fare come Gesù e come ci insegna san Giovanni Paolo II».

vatican insider

ANDREA TORNIELLI
CITTÀ DEL VATICANO

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.