13.5 C
Rome
venerdì, Febbraio 23, 2024
HomeGoalSet&MatchPagelle Genoa-Inter 1-1: il titolo d’inverno deve attendere

Pagelle Genoa-Inter 1-1: il titolo d’inverno deve attendere

Date:

venerdì, Febbraio 23, 2024

Non è ancora chiaro se l’Inter stia scherzando con il fuoco o si sia semplicemente stabilita sulla velocità di crociera. Il pareggio contro il Genoa a Marassi può assumere diversi significati a seconda della prestazione della Juventus contro la Roma: in caso di vittoria della squadra di Allegri la distanza tra le prime due sarebbe praticamente nulla, ma con un passo falso bianconero invece, i risultati di questa giornata consegneranno la vittoria aritmetica del titolo d’inverno ai nerazzurri. Un titolo simbolico certo, ma pur sempre un mezzo scudetto e un forte segnale per la parte di stagione nella quale la Juventus sarà più riposata per la mancanza di partite internazionali. Eppure Marcello Lippi disse: “Le coppe stancano chi non le fa”, una sentenza che se si dovesse rivelare veritiera potrebbe invertire i pronostici e favorire l’Inter nella corsa scudetto, ma sono discorsi da rimandare almeno di un mese. Il presente invece, dice che i ragazzi di Inzaghi inciampano a Marassi lasciando per strada due punti in una giornata in cui segna Arnautovic, Bisseck continua a dare segnali positivi, ma manca Lautaro. Proprio questa assenza natalizia dell’argentino rischia di complicare il cammino dei nerazzurri che dovranno dimostrare, come d’altronde tutte le squadre che possono disporre di un tale top player, di poter sopravvivere anche senza di lui rivolgendogli magari le parole degli U2: “I can live with or without you”, ma specificando che un’assenza breve è ben accetta.

Albert Gudmundsson, Genoa

Genoa-Inter 1-1, la cronaca della partita

Inzaghi continua nel conferire fiducia a Bisseck e anche oggi è ben ricambiato, come d’altronde per la scelta di affidare ad Arnautovic il ruolo di vice Lautaro. Gilardino in attacco è orfano dell suo cannoniere Mateo Retegui non ancora al meglio della forma e assente dai campi dal 10 dicembre, entrerà nella ripresa, ma non riuscirà ad incidere. Dopo circa 30 minuti con poche occasioni concrete e una lunga sospensione per i fumogeni a far correre un brivido è il Genoa con un cross di Strootman che una deviazione di Acerbi rendere velenoso. Negli ultimi minuti, frutto anche del lungo recupero, avvengono i fuochi d’artificio che sanciscono il risultato dell’intera partita: da rimessa laterale Barella riceve e conclude al volo in porta, la deviazione di Martinez rimbalza sul palo e poi su Arnautovic, in agguato per il vantaggio. I liguri non si lasciano sopraffare dal gol subito e trovano subito il pareggio con una determinata reazione morale: su calcio d’angolo di Gudmundsson è Dragusin ad entrare tra i marcatori, ma è complice un errore di Sommer.

Sommer, Inter, Svizzera

Sia l’Inter che il Genoa cercano di replicare le formule che hanno portato ai loro gol: Gudmundsson per Dragusin e tiro di Barella in cerca di una deviazione o di una ribattuta, magari proprio di Arnautovic. Sono carte già scoperte e non portano punti. I due allenatori quindi cercano di modificare la scacchiera: entra bene Vasquez nei rossoblu e di testa fornisce al portiere svizzero l’occasione di riscattare l’errore del primo tempo, mentre l’apparizione di Retegui -e quella di Malinovski- è evanescente. Inzaghi lancia nella mischia Sanchez, Dumfries, ritrova Pavard, ma l’occasione migliore ce l’ha Acerbi fermato anche lui da un provvidenziale intervento di Martinez. Il titolo d’inverno è aritmeticamente rimandato e il derby d’Italia per lo scudetto vede sempre più lontana la sua fine, ci godremo lo spettacolo per le prossime 20 giornate di campionato.

Genoa-Inter 1-1, le pagelle

GENOA: Martinez 6.5, Dragusin 6.5, Bani 5.5, De Winter 6.5/Vasquez 6.5, Sabelli 6.5, Frendrup 6, Badelj 5.5, Strootman 6.5/Malinovski 5.5, Martin 6.5/Messias 6, Ekuban 6.5/ Retegui 5.5, Gudmundsson 6.5. All. Gilardino

INTER: Sommer 5, Bastoni 5.5, Acerbi 5.5, Bisseck 7/ Pavard SV, Darmian 6.5/ Dumfries 6, Barella 6.5/Frattesi SV, Calhanoglu 5.5, Mkhitaryan 5/ Klaassen SV, Carlos Augusto 5, Thuram 6, Arnautovic 7.5/Sanchez 6. All. Inzaghi

Articoli Recenti

Caivano, gli atleti paralimpici visitano il cantiere dell’ex Delphinia.

Idee, spunti e condivisioni. Sono stati questi i temi dell’incontro che si è svolto ieri mattina all’ex centro Delphinia di Caivano tra i Gruppi...

Finanza etica, per la prima volta in Italia il summit della rete mondiale.

Armi e finanza, giustizia sociale e ambientale, intelligenza artificiale. Questi e altri temi saranno al centro del summit della rete mondiale della finanza etica, che...

Meloni: “Record di occupati, abbiamo smesso di pagare chi non lavora”.

"Abbiamo smesso di spendere i soldi dei cittadini per pagare chi non lavora e abbiamo dato soldi in più a chi lavora". E' quanto ha...

LA VICENDA DI H.M.: IL LOBO TEMPORALE E LA MEMORIA.

L'anno 1953 segna l'inizio di un capitolo significativo nella storia della neuroscienza, in particolare negli studi sulla memoria, con l'emergere di un paziente noto...

15° anniversario della ratifica della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità.

Il 15° anniversario della ratifica della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, con Protocollo opzionale, approvata a New York il...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.