19.6 C
Rome
sabato, Maggio 18, 2024
HomeECONOMIAIstat: cala la fiducia, per imprese minimi da oltre un anno.

Istat: cala la fiducia, per imprese minimi da oltre un anno.

Date:

sabato, Maggio 18, 2024

A settembre si stima un calo deciso sia dell’indice del clima di fiducia dei consumatori (da 98,3 a 94,8) sia dell’indice composito del clima di fiducia delle imprese (da 109,2 a 105,2).

Lo rileva l’Istat spiegando che l’indice di fiducia delle imprese diminuisce per il terzo mese consecutivo raggiungendo il valore più basso da aprile 2021.

Per i consumatori si stima un peggioramento di tutte le variabili ad eccezione dei giudizi sulla situazione economica familiare e delle opinioni relative al risparmio. Per le imprese la fiducia è in peggioramento in tutti i comparti ad eccezione delle costruzioni dove sale da 155,8 a 159,5. 

Per i consumatori l’indice sul clima economico passa da 92,9 a 81,3 mentre quello futuro passa da 96,4 a 91,8 con i cali più accentuati; il clima personale e quello corrente si riducono moderatamente passando rispettivamente da 100,2 a 99,3 e da 99,7 a 96,9. L’indice della fiducia dei consumatori dopo il rimbalzo di agosto si attesta sul valore registrato a luglio. Per le imprese nel settore manifatturiero l’indice cala da 104,0 a 101,3 mentre nel commercio al dettaglio si riduce da 113,4 a 110,6.

Nei servizi di mercato si registra la diminuzione è più spiccata con l’indice che si riduce da 103,0 a 95,9. L’indice complessivo della fiducia delle imprese a settembre cala per il terzo mese consecutivo e si attesta a 105,2, il valore più basso da aprile 2021. L’andamento dell’indice complessivo è determinato dall’evoluzione negativa della fiducia nella manifattura, nei servizi (in entrambi i comparti l’indice è in calo per il terzo mese consecutivo e raggiunge un minimo, rispettivamente, da febbraio 2021 e da gennaio 2022) e nel commercio al dettaglio. Quanto alle componenti degli indici di fiducia, nelle costruzioni tutte le variabili sono in miglioramento. Invece, nella manifattura peggiorano sia i giudizi sugli ordini sia le aspettative sul livello della produzione; le scorte sono giudicate in lieve decumulo. In relazione ai servizi di mercato, tutte le componenti registrano una dinamica negativa mentre nel commercio al dettaglio peggiorano i giudizi e le attese sulle vendite e le scorte sono giudicate in diminuzione

ANSA.

Articoli Recenti

Asi a caccia di talenti, un contest che nasce dai quartieri di Roma.

Scoprire talenti nei quartieri di Roma. Un contest che non vive all’interno di studi televisivi ma nelle piazze dei rioni e dei quartieri della...

Il turismo dentale transfrontaliero ha raggiunto livelli preoccupanti.

BARI - L’associazione AndiamoinOrdine, conta oltre 200 odontoiatri in Puglia, ha lanciato un allarme riconducibile ad un fenomeno sociale e alle sue conseguenze sulla salute...

Fare impresa al Sud: evento a Santa Maria a Vico per promuovere strumenti e strategia per la competitività e la valorizzazione dell’economia locale.

Il giorno 18 maggio alle ore 11, presso la Sala Sant’Eugenio della Basilica Maria SS. Assunta di Santa Maria a Vico (Caserta), si svolgerà il convegno...

Truffa con l’ecobonus, la Guardia di Finanza sequestra un miliardo di euro.

I finanzieri del Comando Provinciale di Savona hanno condotto una complessa attività di indagine nel settore dei crediti d'imposta, riconducibili a bonus in materia...

Pizzaballa a Gaza, prima visita dallo scoppio della guerra.

Per la prima volta dallo scoppio della guerra tra Israele e Hamas, il 7 ottobre, il Patriarca latino di Gerusalemme, Pierbattista Pizzaballa, è entrato...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.