Il Dipartimento di Stato Americano chiede a Erdogan di fare chiarezza sull’espulsione del ambasciatore degli Stati Uniti.

0
95

“Siamo al corrente di quanto riportato e cerchiamo chiarezza da parte del ministero degli Esteri turco”, con queste parole il Dipartimento di Stato americano alza la voce e chiede al governo autoritario di Ankara di definire la situazione che riguarda il suo ambasciatore. Il capo di Stato turco Recep Tayyip Erdogan ha espulso infatti l’ambasciatore degli Stati Uniti insieme ad altri diplomatici di Francia, Germania, Canada, Finlandia, Danimarca, Olanda, Nuova Zelanda, Norvegia, Svezia. Il Presidente turco accusa gli ambasciatori occidentali dei dieci paesi di aver chiesto la scarcerazione del filantropo Osman Kavala, un filantropo sostenitore dei diritti umani che si trova in prigione da quattro anni. Erdogan accusa il dissidente politico di essere “al soldo di Soros” e di aver cospirato contro di lui nel tentato golpe del 2016. Alla domanda di chiarimenti degli Stati Uniti e del Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli, che ha parlato di “ deriva autoritaria del governo turco”, si sono unite le richieste di chiarimento presentate nelle scorse ore dei governi di Danimarca, Norvegia e Nuova Zelanda.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.