‘RidinTacc’ : i ragazzi protagonisti dell’App per il potenziamento della lettura. Via libera allo sviluppo inclusivo del progetto.

0
1117

L’App realizzata dalla Computime4it S.r.l., grazie alla piena disponibilità di un genitore, permette ai ragazzi della scuola secondaria dell’I.C. ‘Via F.S. Nitti’ di Roma di interagire con i compagni, scambiare opinioni, consigliare e recensire libri per aggiornare in tempo reale il catalogo e proporre titoli di sicuro interesse.

Attraverso ‘RidinTacc’ le alunne e gli alunni possono scegliere e divulgare un libro da leggere, divertente o avvincente, capace davvero di generare quel piacere che, finalmente disgiunto dal dovere scolastico, crea desideri e nuove aspettative.

Il progetto informatico e comunicativo messo a punto dalle insegnanti rappresenta una straordinaria opportunità per gli adolescenti di avvicinarsi alla lettura attraverso una modalità interattiva, piacevole e coinvolgente.

Presentata a Roma il 27 novembre scorso nell’aula intitolata alla prematura scomparsa dell’alunna ‘Mia Neri’ dell’I.C. ‘Via F.S. Nitti’ e alla presenza della Dirigente Elisamarzia Vitaliano, l’App del progetto ha ricevuto l’ampio consenso collettivo di insegnanti, genitori e allievi.

Durante l’incontro, moderato dalla giornalista Monica Matano, è stata evidenziata la necessità, addirittura l’urgenza di intervenire a favore di un rapido ripristino di adeguate competenze scolastiche, attentive e relazionali negli alunni appartenenti a tutte le fasce di età.

La Didattica a Distanza e il rischio dispersione scolastica

Più volte in discussione, la Didattica a Distanza ha favorito nel tempo l’emergere o l’intensificarsi di diffusi fenomeni di dispersione scolastica e difficoltà di attenzione e concentrazione tra gli alunni delle classi impegnati ad affrontare da casa l’emergenza sanitaria.

La Didattica a Distanza ha di fatto aiutato a proseguire in sicurezza le lezioni nel periodo più buio della pandemia ma ha reso impraticabile la relazione tra docenti e discenti, insostituibile componente della didattica in presenza.

Troppo spesso attratti dall’uso di cellulari, videogiochi, You Tube e social i ragazzi, oramai sempre più a rischio di dispersione, hanno disatteso quel sano esercizio di senso critico e creatività, indispensabili elementi per lo sviluppo di una personalità a venire che valorizzi i bisogni di tutti.

Il Rapporto Eurostat 2020 e i dati OSCE sulla lettura in Italia

Tradizionalmente in posizione sfavorevole nella classifica europea, addirittura al penultimo posto, i cittadini del nostro Paese e in genere gli alunni e gli adolescenti si allontanano dalla lettura quando poco stimolati a scegliere libri e soggetti di reale interesse.

Inoltre, i dati OSCE sono impietosi nel segnalare un generale peggioramento nelle competenze di lettura e di comprensione di un testo da parte dei nostri studenti, con un aumento del divario tra nord e sud del Paese.

Poco supportati dall’impegno nella lettura da parte degli adulti di riferimento, soprattutto nei luoghi periferici o maggiormente disagiati dove le biblioteche scarseggiano, gli alunni rimangono sprovvisti di elementi importanti di sviluppo delle competenze culturali e sociali.

Il danno che ne deriva si riversa sull’intera comunità lasciando spesso dietro di sé povertà culturali incolmabili nel tessuto sociale dei territori interessati.

Il progetto dell’I.C. ‘Via F.S. Nitti’

L’App ‘RidinTacc’ di potenziamento della lettura tra gli adolescenti, creata grazie alla caparbietà delle insegnanti e alla generosità dei genitori può intervenire egregiamente nello scopo prefissato di recuperare il tempo e le competenze perdute. Con la pratica e la diffusione dello strumento si può davvero dar vita allo scambio e all’incontro tra pari all’insegna dell’accoglienza di tutte le differenze presenti a scuola.

Attenti ai bisogni di tutti, gli alunni si sono inoltre adoperati per realizzare un progetto benefico legato alla produzione di libri scritti direttamente da loro con il coordinamento degli insegnanti.

Poesie, racconti e pagine di diario hanno dato vita negli anni ad una maratona di solidarietà per ricordare la piccola compagna Mia Neri e sostenere economicamente la Fondazione onlus a lei intitolata per la ricerca nel campo dell’oncologia pediatrica.

Sviluppo inclusivo dell’App

FIABASCUOLA ha seguito lo sviluppo dei lavori sostenendo sin da subito le insegnanti nelle azioni inclusive, fornendo loro lo spunto per l’attuazione di modalità operative utili per l’approccio alla lettura anche da parte degli alunni che presentano Bisogni Educativi Speciali.

L’abbattimento delle barriere sensoriali e comunicative che ancora oggi caratterizzano le aule di gran parte delle scuole italiane, soprattutto ubicate nel sud del nostro Paese, richiede un intervento deciso per fornire a tutti gli alunni gli strumenti adeguati di lettura secondo i principi della Progettazione Universale.

Nel complimentarsi per il lavoro svolto e per i successivi sviluppi, FIABASCUOLA augura agli insegnanti e agli adolescenti il pieno utilizzo dell’App ‘RidinTacc’, possibilmente da estendersi anche ad altri istituti scolastici della Capitale.

Finalmente liberi di godere del tempo necessario per leggere un libro, fantasticare e sognare, approfondire fatti e persone ed interessarsi dell’ambiente naturale, gli adolescenti presenti nella community protetta, creata all’interno dell’I.C. ‘Via F.S. Nitti’, potranno lasciarsi alle spalle noia e pesantezze.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.