Prima casa per i giovani under 36: la guida dell’Agenzia delle Entrate sulle agevolazioni previste.

Queste agevolazioni sono state messe a disposizione dal governo con il Decreto Legge 73/2021 (Decreto Sostegni Bis).

0
319

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato una guida all’acquisto della prima casa, con un focus particolare sulle agevolazioni per i giovani under 36 appena prorogate dalla Legge di Bilancio 2022 in corso di valutazione in Parlamento. Questi i principali punti del vademecum.

guida_acquisto_casa_imposte_e_agevolazioni.pdf

Con questa guida l’Agenzia delle Entrate ha voluto fornire un utile sunto dei modi migliori per sfruttare le agevolazioni messe a disposizione dal Governo con il Decreto Legge 73/2021 (Decreto Sostegni Bis) per acquistare una prima casa. Per quanto riguarda le agevolazioni per i più giovani è suddivisa come segue.

Le agevolazioni prima casa under 36 si applicano agli atti stipulati nel periodo compreso tra il 26 maggio 2021 e il 30 giugno 2022. La norma, oltre a condizioni agevolate per i mutui, prevede i seguenti benefici:

  • per le compravendite non soggette a Iva, esenzione dal pagamento dell’imposta di registro, ipotecaria e catastale;
  • per gli acquisti soggetti a Iva, oltre all’esenzione dalle imposte di registro, ipotecaria e catastale, riconoscimento di un credito d’imposta di ammontare pari all’Iva corrisposta al venditore. Il credito d’imposta può essere
    • portato in diminuzione dalle imposte di registro, ipotecaria, catastale, sulle successioni e donazioni dovute sugli atti e denunce presentati dopo la data di acquisizione del credito;
    • utilizzato in diminuzione delle imposte sui redditi delle persone fisiche dovute in base alla dichiarazione da presentare dopo la data dell’acquisto agevolato;
    • utilizzato in compensazione tramite modello F24, nel quale va indicato il codice tributo “6928”.
  • esenzione dall’imposta sostitutiva per i finanziamenti erogati per l’acquisto, la costruzione e la ristrutturazione di immobili a uso abitativo;
  • esenzione dall’imposta di bollo.

Possono beneficiare delle agevolazioni i giovani che:

  • non hanno ancora compiuto i 36 anni di età nell’anno in cui l’atto è stipulato
  • hanno un indicatore ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) non superiore a 40.000 euro annui.
  • Rientrano nei requisiti già stabiliti per accedere alle agevolazioni prima casa ovvero residenza entro 18 dall’acquisto, non possedere altri immobili nel Comune in cui si trova l’immobile da acquistare, né di altre “prime case” o in tutto il territorio nazionale.

Gli immobili oggetto dell’agevolazione devono poi non essere accatastati come di lusso o di interesse storico. L’agevolazione si estende anche alle pertinenze e agli immobili acquistati all’asta.

Le agevolazioni all’acquisto della prima casa da parte dei giovani decadono se si riscontra l’insussistenza dei requisiti specifici per gli under 36; in questo caso si applicheranno le agevolazioni generiche per l’acquisto della prima casa, ovvero

  • Imposta di registro al 2%;
  • Imposta ipotecaria e catastale nella misura di 50 euro ciascuna;
  • Per acquisti da soggetti Iva, applicazione dell’aliquota al 4%.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.