29.8 C
Rome
martedì, Luglio 16, 2024
HomeCronacaMadre denuncia il figlio per la violenza su una ragazza.

Madre denuncia il figlio per la violenza su una ragazza.

Date:

martedì, Luglio 16, 2024

Temo che stiate cercando proprio mio figlio“.

Con queste parole la mamma del 29enne colombianoarrestato per lo stupro di una 18enne in centro a Pordenone, si è rivolta ai carabinieri. I militari dell’Arma erano già sulle sue tracce e le prove consegnate dalla madre dell’indiziato hanno rappresentato la pistola fumante, che andava a completare un quadro di tanti altri elementi convergenti.

La donna si era insospettita già nella notte tra l’8 e il 9 giugno. Il figlio era rientrato quasi all’alba e immediatamente si era cambiato gli abiti, sporchi di uno strano color fucsia.

Più l’uomo cercava di smacchiarli con l’acqua, più la tinta sembrava addensarsi sui tessuti. Tanto da spingere la donna a fotografare quei vestiti. Tra i due sorse anche un’accesa discussione, con il giovane che era ubriaco.

La notizia della violenza sessuale restò riservata per quasi una settimana, fino a quando comparve qualche articolo sui quotidiani locali. La mamma del giovane ha incrociato articoli, news online scoprendo che lo stupro era accaduto proprio la notte degli abiti e della lite. A quel punto ha sospettato che il violentatore potesse essere il figlio e si è rivolta ai Carabinieri. “Sono una donna, sono una mamma e sono preoccupata – ha riferito al Comando provinciale dell’Arma – sono una persona rispettabile e proprio per questo temo che mio figlio sia coinvolto nella violenza sessuale di cui ho letto sul giornale”.

Alla deposizione ha allegato le foto scattate con lo smartphone degli indumenti rovinati irrimediabilmente dal fucsia, un colorante indelebile utilizzato come deterrente per eventuali aggressioni. Esattamente la tessera del mosaico che serviva agli investigatori, che avevano già individuato il presunto stupratore grazie alle telecamere e alla testimonianza della giovanissima vittima. Da giorni lo tenevano sotto controllo in attesa della prova schiacciante. Che la donna ha fornito loro: la notte tra 8 e 9 la ragazza aveva utilizzato due volte lo spray nel tentativo di dissuadere l’aggressore. Lo stesso spray che si utilizza per rendere riconoscibili banconote ‘sporche’.

E mentre i carabinieri sottoponevano il quadro accusatorio al magistrato titolare dell’inchiesta, la sorella del violentatore ha fornito un’altra testimonianza riferendo di una telefonata sospetta fatta dal fratello a un parente in Spagna.

Per evitare il pericolo di fuga, allora, le manette sono subito scattate ai polsi dell’uomo.

Fonte: ANSA.IT

Articoli Recenti

Martina Franca, Norma apre il 50° Festival della Valle d’Itria. Ecco tutti gli appuntamenti.

Si inaugura mercoledì 17 luglio a Palazzo Ducale di Martina Franca (ore 21) con la Norma di Vincenzo Bellini la 50ª edizione del Festival della Valle d’Itria, edizione speciale che festeggia mezzo secolo...

Kate torna in pubblico, sorrisi e ovazione a Wimbledon.

Un'accoglienza calorosa, prevedibile ma non per questo meno gradita dall'interessata, ha salutato l'ingresso della principessa Kate Middleton nel Royal Box del Centrale di Wimbledon:...

Sanremo verso lo slittamento, c’è la Coppa Italia.

Più che la musica poté il pallone e così, anche se la faccenda non è ancora ufficiale, il Festival di Sanremo rischia di slittare...

Italiani nel mondo del passato: Eddie Lang e la sua chitarra jazz che ha incantato il mondo.

Oggi la rubrica Italiani nel mondo vi porterà alla scoperta di una figura straordinaria e al contempo poco nota ai più che ha fatto la storia della...

QUERCETINA E ACIDO QUINOVICO, QUESTI SCONOSCIUTI.

ACIDO QUINOVICO L’acido quinovico è una molecola contenuta nella quinoa e in alcune piante officinali, come l’Uncaria tormentosa (meglio nota come “unghia di gatto”). La quinoa è un cereale...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.