Green Pass: il governo studia i negozi accessibili senza green pass.

La lista potrebbe ampliarsi a ottici e ai venditori di pellet.

0
450

La lista ufficiosa delle attività commerciali a cui sarà possibile accedere senza Green pass sembra essere molto limitata. Si parla di rendere prive di obbligo soltanto i negozi alimentari, attività legate alla sanità, supermercati, ottici, acquisto di pellet o legna per il riscaldamento e carburanti, mentre tabaccai ed edicole saranno accessibili solo se all’aperto. Questa dovrebbe essere la nuova disposizione operativa dal 1 febbraio. Incerto ancora la possibilità di accedere ai centri commerciali, l’ipotesi più possibile è quella di consentire l’accesso a queste strutture solo per i negozi esentati ( supermercati e farmacie). Fuori dall’elenco le librerie. Lo spirito del Dpcm in preparazione dovrebbe distinguere tra “ attività all’ aperto” e “ attività al chiuso” e individuare tra queste ultime quelle necessarie ad “ assicurare il soddisfacimento di esigenze essenziali e primarie della persona”. Su questa impostazione sembra esserci l’accordo tra i ministeri molto rigoristi della Pubblica Amministrazione e della Salute e quello più “ aperturista” dello Sviluppo Economico. Resteranno quindi “ pass free farmacie e parafarmacie e gli acquisti nei mercati dagli ambulanti e la possibilità di fare benzina. Si pensa inoltre di inserire clausole sui tamponi rapidi in situazione di particolare urgenza ed emergenza come ad esempio nei piccoli comuni di montagna.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.