22.6 C
Rome
venerdì, Luglio 19, 2024
HomeATTUALITÀ E EDITORIALEGiornata internazionale contro la violenza sulle donne: il 24 novembre su Rai...

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: il 24 novembre su Rai TRE “Women for Women against Violence – Camomilla Award”.

Date:

venerdì, Luglio 19, 2024

Partendo dal mio vissuto con una neoplasia ho pensato che violenza sul corpo di una donna non fosse solo quella di un uomo, ma anche quella di un tumore, che genera gli stessi effetti devastanti e che, comunque, lascia cicatrici e segni indelebili, nel corpo e nella mente“, lo ha detto la Presidente dell’Associazione Consorzio Umanitas, Donatella Gimigliano, ideatrice, autrice e produttrice del programma tv “Women for Women against Violence – Camomilla Award”, che andrà in onda su RAI TRE il 24 novembre alle 23.10 alla vigilia della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle donne. Giunta alla sua quarta edizione televisiva Women for Women è una kermesse unica che unisce due grandi temi del mondo femminile: la violenza di genere e quella del tumore al seno. Quasi sempre si parla di chi muore e non ce la fa, Women for Women, attraverso testimonianze autentiche, parla invece di vita e dà voce alla forza delle donne che non smettono mai di combattere e che vincono ogni giorno, e lo fa raccontando anche il difficile percorso di rinascita che tante affrontano in solitudine, offrendo un messaggio di speranza e incoraggiamento: da un vissuto di violenza – qualsiasi essa sia – si può uscire. Donne unite per le donne anche per ricordare che ogni anno in Italia oltre 100 donne vengono uccise da uomini che, quasi sempre, sostengono di amarle, e per inoltre ricordare che il tumore al seno, nel nostro Paese, è il big killer più letale e più frequente del genere femminile e principale causa di mortalità oncologica. Violenza che, per una donna, non è soltanto una minaccia di morte, ma anche una ferita all’immagine di sé, alla propria femminilità, sessualità e maternità.  

L’evento tv sarà presentato da Arianna Ciampoli e Beppe Convertini, per la regia di Antonio Centomani. Sul palco di questa edizione le luci dei riflettori si accenderanno per ascoltare le storie della “mamma” di Miss Italia, Patrizia Mirigliani, di Nicolò Maja, giovane orfano del femminicidio, di Antonietta Tuccillo, una combattente che ha trasformato la malattia in creatività diventando stilista. La storia di Antonietta darà lo spunto per introdurre uno studio sulla “tossicità economica del tumore”, realizzato da Lucio Fortunato, primario di senologia del San Giovanni di Roma. La kermesse ospiterà anche due donne, già presenti nella precedente edizione, che racconteranno il loro “giorno dopo”: Carolina Marconi, che aveva già lanciato il tema dell’oblio oncologico, e Filomena Lamberti, sfregiata con l’acido dal marito, che è rinata grazie anche all’importante contributo raccolto dalla testata “La 27 Ora” del Corriere della Sera che, rappresentato dal responsabile della redazione romana, Giuseppe Di Piazza,  riceverà dalla donna il Camomilla Award, scultura realizzata dal maestro orafo Michele Affidato. Riceveranno il premio (che si ispira alle virtù terapeutiche del fiore di camomilla), tra gli altri, il conduttore televisivo di TV Talk, Massimo Bernardini, la giornalista sportiva Greta Beccaglia, la conduttrice Samantha De Grenet, testimonial della Fondazione Veronesi, Daniele Angelo Giarratano e Gianfranco Natelli dell’Arma dei Carabinieri, per aver salvato la vita di una donna sequestrata dal compagno e che aveva chiesto aiuto con il segno internazionale signal for help, il Direttore de Il Messaggero, Massimo Martinelli, per la rubrica “Mind the gap”, la straordinaria vocalist Silvia Mezzanotte, e la trasmissione di Mediaset “Le Iene”, rappresentata da Nina Palmieri e Filippo Roma. Tra gli ospiti speciali la conduttrice Francesca Ceci, il flautista Giuseppe Mario Finocchiaro, e il violinista elettrico dall’archetto luminoso, Andrea Casta, che affiancherà la vocalist Serena Menarini, nell’esibizione di una emozionante “The Lord’s Prayer”, preghiera del “Padre Nostro” in lingua aramaica orientale.

Articoli Recenti

Il 20 luglio 2024 a Orvieto l’egittologo Zahi Hawass con Roberto Giacobbo: “Importanti scoperte per l’archeologia mondiale”.

La stampa internazionale lo ha definito "l'Indiana Jones egiziano" e lo indica tra i papabili per la direzione del Museo Egizio di Torino. Di...

L’oncologo Marchetti Presidente della Fondazione per la medicina personalizzata: “Attivare percorsi di prevenzione secondaria e terziaria”.

Gli stili di vita non influiscono solo sulla comparsa di una neoplasia, ma anche sull’efficacia delle cure, cioè la prevenzione secondaria e terziaria. “Non...

Csi, un libro per rendere omaggio a 80 anni di storia.

Il Csi Roma compie 80 anni e, proprio per celebrare questo traguardo, si è deciso di mettere nero su bianco la storia del Centro...

Bimba dimenticata in auto dal papà, morta di caldo. Dramma a Marcon nell’entroterra veneziano.

Una bimba di un anno è morta dopo essere rimasta chiusa in auto sotto il sole per una tragica dimenticanza del papà. L'uomo l'aveva caricata...

Commissione Ue, von der Leyen rieletta presidente con 401 sì. Fratelli d’Italia vota contro.

Ursula von der Leyen rieletta presidente della Commissione Ue con 401 voti a favore 284 contrari, 15 astensioni e 7 schede nulle. Questo l'esito delle votazioni...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.