Anguillara Sabazia. Le critiche del sindaco Pizzorno al Piano Aziendale dell’Asl Roma F.

0
36

La riunione di ieri,  tenutasi presso il Comune di Formello, ove si è discusso il piano aziendale della ASL RMF è stato l’ultimo atto di un percorso che ha fatto emergere le notevoli contraddizioni territoriali che generano sperequazioni ed insoddisfazione per la maggior parte dei cittadini.

  Anche a non voler questionare circa il totale sbilanciamento dei servizi a favore del quadrante di Civitavecchia (RMF1), e partendo dalla circostanza della importanza del miglioramento dell’offerta erogata da quell’ospedale, che vedrà un aumento dei posti letto nonché  il potenziamento di molti servizi,  dall’area medica e chirurgica a quella psichiatrica, non si può, tuttavia,  sottacere sul totale ridimensionamento dell’ospedale di Bracciano e sulla carenza di servizi per il resto dei territori  i cui cittadini, data la difficoltà se non la  impossibilità a raggiungere l’ospedale di Civitavecchia, sono costretti a rivolgersi e gravitare sugli ospedali romani.

   Come sindaco non posso accettare il fatto che i 20.000 cittadini di Anguillara si trovino nella condizione di essere una sorta di imponibile umano e contributivo per pagare servizi usufruiti esclusivamente da altri e di cui essi non potranno godere.

  La ASL così come geograficamente conformata non ha  più ragione di esistere e le ultime vicende ne hanno sancito il definitivo funerale.

  Ritengo che se i cittadini di Anguillara debbano rivolgersi agli ospedali romani (S. Filippo Neri  in primis) allora tale fatto deve essere codificato e regolarizzato con una riscrittura dei perimetri della ASL e con la uscita del nostro Comune dalla sfera di competenza territoriale della ASL RMF in favore di un presidio romano.

  A riguardo ho richiesto un incontro immediato in Regione con il Presidente Zingaretti onde esporre le nostre ragioni ed esigenze.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.