“Lotta per l’inclusione. Il movimento delle persone con disabilità negli anni Settanta in Italia”. La ricerca storica di Enrichetta Alimena.

0
1148

Enrichetta Alimena, giornalista pubblicista presso ‘Il Quotidiano del Sud, L’Altravoce dell’Italia’, redattrice di ‘Venti blog’ e pubblicista di Radio3RAI collabora con il Dipartimento Scuola di FIABA per la diffusione della cultura dell’accessibilità e l’approfondimento dei temi legati all’inclusione scolastica e sociale degli alunni e dei giovani con disabilità.

Presente il 3 ottobre scorso a Roma in occasione della XIX edizione del FIABADAY, Giornata Nazionale per l’abbattimento delle barriere architettoniche, organizzata in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Enrichetta Alimena ha partecipato alla Disability Pride Parade in programma per quella giornata da Piazza Colonna a Piazza del Popolo.

Di recente vincitrice nella sezione ‘Ricerca e Studio Dimensioni vaste’ del ‘Premio città accessibile a tutti’, Enrichetta Alimena si è distinta con la tesi di Laurea Magistrale in Scienze Storiche conseguita presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università ‘La Sapienza’ dal titolo ‘Il movimento delle persone con disabilità negli anni Settanta’.

Il Premio ‘Città accessibile a tutti’, istituito dall’INU, Istituto Nazionale di Urbanistica, dall’URBIT Urbanistica Italiana e dalla Camera di Commercio di Genova, si è avvalso della collaborazione del Ministero della Cultura, CNR e di CERPA Centro Europeo di Ricerca e Promozione dell’Accessibilità.

Autrice del testo ‘Lotta per l’inclusione’, pubblicato da Erickson live nel 2021 e presentato a Roma il 2 ottobre scorso presso la Città dell’Altra Economia in seno alle manifestazioni del Disability Pride 2021, Enrichetta Alimena è tuttora impegnata nell’avvicinare i lettori all’importante studio storico oggetto della sua ricerca.

L’integrazione delle persone con disabilità negli anni Settanta

Con il suo lavoro di approfondimento, Enrichetta Alimena affronta il processo d’integrazione delle persone con disabilità motoria in Italia nel periodo compreso tra il 1968 e il 1977 con la finalità di comprendere le modalità che hanno consentito il loro ingresso attivo nel contesto sociale di appartenenza

L’imponente ricerca delle fonti tratte dagli Atti Parlamentari, dalla stampa e le documentazioni prodotte dalle associazioni e dalle organizzazioni diffuse sul territorio hanno permesso all’autrice di disporre di una ricca bibliografia come base di partenza del suo trattato.

Di rilievo, in particolare, l’attenzione che l’autrice mette nell’analisi dei dibattiti parlamentari che portarono alle prime conquiste sociali e alla conseguente emanazione delle Leggi sul Collocamento obbligatorio nel 1968, l’Invalidità Civile del 1971 e le Leggi sull’integrazione scolastica del 1977.

Le Istituzioni nazionali e le nascenti associazioni

Nel lavoro di approfondimento, l’autrice si concentra principalmente sugli accadimenti di Roma e sul significativo rapporto della Capitale d’Italia con le Istituzioni nazionali e le nascenti associazioni A.N.M.I.C. (Associazione Nazionale Mutilati ed Invalidi Civili) e A.I.A.S. (Associazione Italiana Assistenza Spastici).

Nel suo cammino di ricerca, Enrichetta Alimena incontra anche FIABA e ne approfondisce le finalità, soprattutto la volontà di agire sulla rimozione degli ostacoli che impediscono alle persone con disabilità fisica, sensoriale e relazionale di incidere nei molteplici contesti di vita sociale.

Attratta dall’instancabile impegno pubblico del Presidente Giuseppe Trieste, la Dott.ssa Alimena sottolinea l’importante ruolo da lui assunto nella promozione dello sport negli anni Settanta come co-fondatore dell’ANSPI (Associazione Nazionale Sport Paraplegici). A partire dalla partecipazione al primo Campionato del Mondo per Disabili, a Londra nel 1965 con la conquista di ben 5 medaglie d’oro, Giuseppe Trieste divenne a stretto giro campione paralimpico nel periodo compreso tra il 1972 e il 1980.

I Disability Studies e il processo di cambiamento del sistema scolastico italiano

Gli interessanti spunti di riflessione consentono inoltre all’autrice del testo di incontrare il filone degli studi rappresentato dai Disability Studies, un’area di carattere interdisciplinare che propone il Modello Sociale Inglese e la conseguente nascita del “Movimento per la vita indipendente”. Sviluppatosi negli anni Settanta in Svezia, i Disability Studies hanno avuto il merito di trasformare la visione della disabilità attraverso una proposta di cambiamento della società.

La scuola, anch’essa coinvolta dalla rivoluzione dei Disability Studies visse negli anni Settanta un profondo cambiamento dei sistemi educativi che puntavano non più all’integrazione ma all’inclusione per riportare l’attenzione sul contesto sociale e sulle esigenze specifiche di ciascun alunno.

L’autrice della tesi analizza la normativa specifica che riguarda gli studenti con disabilità nel periodo oggetto di osservazione ed affronta la panoramica dell’integrazione nella scuola pubblica italiana a partire dalla Relazione della Commissione Falcucci del 1975 per poi approdare alla Legge sull’Integrazione Scolastica del 4 agosto 1977 e alla definitiva chiusura delle scuole speciali.

Il percorso di ricerca che ha riguardato il nostro Paese è stato possibile grazie all’incontro della Dott.ssa Alimena con Giampiero Griffo, allora Presidente della Lega Nazionale per il Diritto al Lavoro degli handicappati e oggi coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico dell’Osservatorio Nazionale sulla Condizione di Vita delle Persone con disabilità secondo la Convenzione ONU.

Le rivendicazioni sociali e le lotte per l’inclusione

Il lavoro svolto da Enrichetta Alimena ha il merito di aver acceso l’interesse verso un gruppo sociale, quello delle persone con disabilità, spesso dimenticato dagli storici e dagli storiografi, sviluppatosi proprio nel momento cruciale delle ben più note rivendicazioni sociali del movimento studentesco, delle donne e delle lotte operaie.

Il testo ‘Lotta per l’inclusione. Il movimento delle persone con disabilità motoria negli anni ’70 in Italia’, di recente pubblicato da Erickson Live, rappresenta dunque ad oggi il punto di partenza per ulteriori approfondimenti sul tema della ricerca storica.

Prossima presentazione del testo a Roma

Ci è gradito segnalare che domani 3 dicembre alle ore 18.00 presso il Centro di formazione della libreria Erickson a Roma, in Viale Etiopia 20/a, si svolgerà l’atteso incontro di Enrichetta Alimena, affiancata da Valentina Tomirotti, con i lettori interessati agli approfondimenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.