Lavoro: alle Regioni prima tranche di 880 milioni del Pnrr per avvio politiche attive

Entro il 2025 si prevede che il piano per il lavoro si occuperà di 3 milioni di beneficiari di prestazioni di sostegno al reddito.

0
107
ministero del lavoro

Al via una prima attuazione del programma Gol per la Garanzia dell’occupabilità dei lavoratori, che da solo assorbe 4,4 miliardi ovvero il 20% del Pnrr (più 500 milioni del React Eu) e prevede la formazione e il reinserimento occupazionale entro il 2022 per 300mila soggetti tra coloro che percepiscono sostegni, tra reddito di cittadinanza, Naspi e cassa integrazione. Un decreto interministeriale, firmato dal ministro del Lavoro Andrea Orlando e dell’Economia Daniele Franco, ha avviato il procedimento per stanziare la prima tranche di 880 milioni di euro in favore delle Regioni per attuare politiche attive per il lavoro.

Nel dettaglio, in questa prima fase alle regioni verranno assegnati 352 milioni per formare e ricollocare i disoccupati in Naspi, 132 milioni per attivare i beneficiari occupabili del reddito di cittadinanza e circa 90 milioni per reinserire i cassaintegrati. Le risorse sono state distribuite in base ai disoccupati da ricollocare. In testa la Campania con 124 milioni, seguita dalla Lombardia con 99 milioni di euro e dalla Sicilia con 98. Le Regioni dovranno, comunque, rispettare una serie di obiettivi per poter continuare ad usufruire dei fondi previsti. Nello specifico queste riceveranno il 75% delle risorse messe in pista dal nuovo decreto una volta approvati i piani regionali e il restante 25% una volta rendicontato l’utilizzo della metà della cifra. L’ Anpal avrà il compito di vigilare e in caso di ritardi di intervenire con il tutoraggio. I centri per l’impiego avranno tempo quattro mesi per prendere in carico i beneficiari del programma Gol. Entro il 2025 si prevede che il piano per il lavoro si occuperà di 3 milioni di beneficiari di prestazioni di sostegno al reddito.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.