LA REGIONE LAZIO AL FIANCO DELLA RETE NAZIONALE DELLE FONDAZIONI ITS NTV PER UN CAMPUS MULTIREGIONALE IN SINTONIA CON LA RIFORMA DEL SISTEMA DEGLI ITS E L’ATTUAZIONE DEL PNRR.

0
1163
La Consigliera regionale del Lazio On. Michela Califano.

Il Consiglio della Regione Lazio ha approvato, nella seduta dell’11 febbraio una mozione presentata dall’On. Michela Califano (Vice Presidente: XII Commissione – Tutela del territorio, e Componente: IV Commissione – Bilancio, programmazione economico-finanziaria, partecipazioni regionali, federalismo fiscale), di supporto allo studio e progettazione per la candidatura nel Lazio di un Campus multiregionale, promosso dalla Rete nazionale delle Fondazioni ITS nel settore delle Nuove Tecnologie della Vita (NTV) per il coordinamento di iniziative di promozione per attività internazionali e sviluppo della ricerca applicata in rete con imprese nel settore chimico, farmaceutico e dei dispositivi medici e delle biotecnologie.

Attualmente nel Lazio, come ricorda la mozione approvata, sono operative otto Fondazioni ITS in diversi settori di indirizzo tecnologico, rispetto ai quali la Giunta Regionale (con Decisione n. 36 del 3/8/2021) ha deliberato di ampliare l’offerta formativa e nel contempo promuovere la costituzione di nuove Fondazioni ITS, nell’ambito delle iniziative di sviluppo del sistema delle Fondazioni ITS del Lazio.

Tali obiettivi sono finalizzati a rendere di maggiore interesse per i giovani “lo stretto legame formazione-lavoro che caratterizza i corsi degli ITS con una didattica esperienziale dove l’apprendimento si realizza attraverso l’azione e la sperimentazione di situazioni, compiti e ruoli simili alla realtà lavorativa (connessione ITS/Impresa)”.

In questa campagna si inserisce l’attenzione e l’impegno a supportare la proposta di puntare nel Lazio, nel territorio di Roma Capitale, ad un Campus multiregionale nodo della Rete delle Fondazioni ITS NTV, dotato di laboratori con tecnologie 4.0. nel settore chimico, farmaceutico, delle biotecnologie e dei dispositivi medici anche in considerazione della presenza qualificata di aziende a dimensione multinazionale di questi settori in particolare nei distretti di Pomezia, Latina e Frosinone.

I nostri lettori ricorderanno che Informazione Quotidiana ha già raccontato (cfr. intervista del 2/8/2021 con il Presidente Farmindustria Dott. Massimo Scaccabarozzi) come l’idea progettuale di un Campus innovativo in questo settore si sia iniziato a discutere nel convegno del luglio 2021, promosso dalla rete delle Fondazioni ITS NTV con la rappresentanza di Farmindustria e di altri esponenti istituzionali . In quell’occasione Farmindustria si espresse pubblicamente a favore di progetti ed iniziative che andassero nella direzione di sviluppare la positiva sperimentazione avviata nello scorso triennio dopo aver definito uno specifico protocollo d’intesa dal 2019; di un modello di formazione rispondente alle esigenze di nuovi tecnici qualificati per il suo comparto industriale.

Recentemente, sempre sul versante della collaborazione Fondazioni ITS NTV con il mondo industriale, ricordiamo che è stato siglato un Protocollo di intesa anche con Confindustria Dispositivi Medici (che sarà presentato in una conferenza a marzo) riprendendo i principali contenuti di sviluppo del progetto prima richiamato, sia sul versante del fabbisogno di profili innovativi, sia sulla necessità di adeguare le strutture e l’offerta formativa specialistica nel settore di riferimento, anche alla luce dell’emergenza ancora in corso sul piano sanitario e della prevenzione.

La scelta di progettare un Campus multiregionale, con struttura residenziale risponde anche alla necessità di garantire il diritto allo studio per gli studenti fuorisede non solo del Lazio, visto che molte Regioni vicine come l’Abruzzo, la Campania e la Puglia non hanno ancora attivi corsi sulle Nuove Tecnologie della Vita.

Il progetto è senz’altro in sintonia con le principali novità contenute nel ddl di legge di Riforma del sistema delle Fondazioni ITS (come la previsione di Campus multiregionali e multisettoriali e del potenziamento del diritto allo studio, art. 9 e 10 del ddl 2333) , che questa settimana dovrebbe concludere la fase di discussione ed approvazione degli emendamenti in Commissione Istruzione del Senato, per poter finalmente approdare, prevedibilmente entro la fine del mese di Febbraio, all’approvazione in Assemblea del Senato.

Si ricorda che l’approvazione di questa nuova riforma (che dovrà fare un nuovo passaggio finale alla Camera), rientra tra gli obiettivi prioritari che il Governo secondo il PNRR deve raggiungere entro il primo semestre 2022, speriamo anche prima.

Con un comunicato alla Stampa l’On. Michela Califano, presentatrice della mozione approvata dal Consiglio Regionale del Lazio , ha sottolineato che “ l’istituzione di un Campus di coordinamento e raccordo nel Lazio “delle Fondazioni ITS NTV rappresenterebbe una fondamentale opportunità per i giovani ed una “scelta coerente in sintonia con gli obiettivi sia dl PNRR che del Piano Next Generation del Lazio , che incentiva lo sviluppo di centri di eccellenza sul versante della ricerca, innovazione e formazione specialistica”.

Infine si legge nel comunicato stampa dell’On. Michela Califano, dopo aver ringraziato il Consiglio Regionale del Lazio per aver recepito questa importante istanza ed opportunità, che occorre avviare un confronto con i proponenti del progetto del Campus multiregionale, (la Rete nazionale delle Fondazioni ITS NTV) ,” attraverso la costituzione di un apposito Tavolo tecnico” con la Presidenza, la Giunta, l’Assessore e gli uffici competenti , “per verificare tempi e fattibilità delle proposte” secondo quanto previsto dal PNRR e dai futuri bandi del ministero dell’Istruzione, previsti entro giugno 2022.

Mozione n. 577 al numero 15 dell’ordine del giorno approvata con emendamento.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.