12.7 C
Rome
domenica, Aprile 21, 2024
HomeSCIENZE E TECNOLOGIEDermatomagnetismo Statico nuova Frontiera per il Parkinson.

Dermatomagnetismo Statico nuova Frontiera per il Parkinson.

Date:

domenica, Aprile 21, 2024

Si terrà il 20 Aprile presso la Galleria D’Alessandro a Mormanno (CS) alle ore 10 il Convegno per la Giornata di Studio della Riabilitazione, organizzato dal dott. Luigi Novello sul Dermatomagnetismo Statico nuova frontiera per la cura del Parkinson. 

Il nuovo approccio ad una malattia che insorge ormai in Italia in varie fasi della vita, comunemente tra i 50/70 anni, ma presente in maniera significativa anche nelle persone più giovani ancor prima dei 40 anni, si basa sull’applicazione dei campi magnetici. 

Il  Parkinson è  una malattia neurodegenerativa associata a rigidità muscolare, le cui cause sono principalmente da riscontrarsi nella progressiva degenerazione della substantia nigra (formazione nervosa del mesencefalo), ovvero quella sezione del nostro cervello che regola i nostri movimenti sino a peggiorare con il tempo con la comparsa di sintomi sempre maggiori come tremori, rigiditàBradicinesia, Instabilità e Discinesia. “Ad oggi la diagnosi è perlopiù clinica e si basa sull’anamnesi medica e familiare”, afferma il dott. Novello, essendo il trattamento ormai contestualizzato di tipo sintomatico, volto ad alleviare la sofferenza del paziente mediante l’utilizzo farmacologico della levodopa (sostanza che viene convertita in dopamina nel cervello).

Per circa quattro anni mi sono dedicato esclusivamente allo studio di un trattamento diverso” – afferma – “grazie agli studi condotti dal Dr Isacc Goiz che ha dimostrato come i campi magnetici agiscano in maniera determinante sul pH cellulare, ristabilendo l’equilibrio su tessuti ed organi oltre ad eliminare i microorganismi del sistema escretore  insieme ad altri professionisti del settore ho potuto constatare come l’applicazione dei campi  magnetici (Dermomagnetismo Statico)  contribuiva in maniera significativa a notevoli mutamenti a livello clinico-biologici” – ha continuato. ”Essendo le  evidenze e i dati raccolti  davvero entusiasmanti ho deciso di gettare le basi per un vero e proprio lavoro scientifico”, ha chiosato.

Ed è proprio ciò che è  emerso dai fervidi  lavori di questi anni ad essere oggetto del Convegno di Mormanno che vedrà il Dott. Nicola Peccerillo come moderatore. Interverranno anche il Dr Filippo Biamonte (Dottore di Ricerca – Dirigente Patologia Clinica presso la Clinica ACISMOM di Roma) con la chimica dei neurotrasmettitori, ed il Dr Domenico Fiamingo (Esperto in PPG Stress Flow- La PPG Stress Flow nel Paziente con difficoltà motorie).

Raoul Bianchini
Responsabile Ufficio Stampa

Articoli Recenti

Portiere senza un braccio si tuffa e salva la squadra a 3 minuti dalla fine.

Una parata determinante, a 3 minuti al 90', un volo sul sette a respingere una punizione che stava per finire in rete. Un'impresa. Fatta...

Ucraina-Russia, Mosca “pronta a colloqui ma non con Zelensky”.

I segnali che la Russia è pronta a negoziare sull'Ucraina per porre fine alla guerra "non sono solo una finzione", ma i colloqui con...

Nessuna pace il 25 aprile, a Roma e Milano alta tensione.

Sarà un 25 aprile che non ha mai visto piazze così contrapposte, divise dal solco sempre più profondo tracciato dalla guerra in Medioriente. E...

Israele-Iran, Blinken: “Usa non coinvolti in attacco. Italia importante per de-escalation”.

"Gli Stati Uniti non sono stati coinvolti in nessuna operazione" di Israele contro l'Iran. Lo ha detto Antony Blinken, rispondendo a una domanda durante...

Estate, Europei e Olimpiadi: non esiste tempo libero

"Voglio del tempo libero, si ma libero proprio ogni attimo" cantava Ligabue. Eppure per un appassionato di sport come lui (pronto a festeggiare la...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.