29.8 C
Rome
martedì, Luglio 16, 2024
HomeSportBoxe, Oliva: 'Così salvo i giovani dalla strada'.

Boxe, Oliva: ‘Così salvo i giovani dalla strada’.

Date:

martedì, Luglio 16, 2024

Salvo grazie al pugilato e a una promessa fatta al fratello: “Diventerò campione olimpico”. È stato di parola Patrizio Oliva, uno dei più grandi pugili italiani della storia. Gambe leggere, pugni gentili ma implacabili. Ha combattuto contro tutti per salire sul tetto del mondo. Ha sfidato la malavita e anche un’osteoporosi alla mano destra che ha rischiato di rovinare tutto. È stato campione del mondo e campione olimpico a Mosca nel 1980, contro l’avversario che pochi anni prima gli aveva tolto ingiustamente il titolo di campione europeo dei superleggeri. Oggi ha 64 anni e il ring lo affronta sul set, da attore. Come nel film “The Cage”, presentato al Festival del Cinema di Roma e diretto da Massimiliano Zanin, in cui interpreta uno degli allenatori della protagonista Giulia (Aurora Giovinazzo): «Le faccio anche un po’ da papà» ci dice. “Tanto che riesco a convincerla a rientrare nella gabbia – quella delle MMA – in cui si sente bene e a uscire da una ben più pericolosa, fatta di una situazione familiare al limite”.

“Ho amato tantissimo stare sul ring e mi piace recitare. A volte non so cosa preferisco”, racconta Oliva, che alla boxe deve quasi tutto. Perché a Poggioreale, quartiere dove è nato, le alternative erano poche: “Sono stato fortunato, il pugilato in qualche modo mi ha salvato. È stato mio fratello, pugile prima di me, a portarmi per la prima volta in palestra. La criminalità voleva a tutti i costi farmi entrare in quel mondo, ma io mi sono sempre rifiutato. Scappare da quell’ambiente mi faceva sentire un uomo libero”.

Per questo da anni gestisce insieme a Diego Occhiuzzi la palestra Milleculure, dove accoglie i giovani di Napoli che cercano un’alternativa alla strada, per dare loro una via d’uscita: “Napoli è una città dai mille volti, sempre pronta ad aiutare le persone. Il nostro obiettivo primario è quello di allontanare i ragazzi dalla strada. Cerchiamo di dare un’altra possibilità a quei giovani che corrono il rischio di essere catturati dalla criminalità”.

Sport e bellezza per salvarli, Patrizio Oliva sa come si fa. Il ring lo ha strappato alla strada, una promessa fatta a un fratello morto a 15 anni lo ha spinto a superare ogni difficoltà. Ora ci prova con gli altri: “Il primo modo per educare i ragazzi è l’ambiente. Questi bambini sono abituati a stare nel degrado, non conoscono altro. Il contrario della nostra palestra, tenuta in modo impeccabile. Perché questi ragazzi devono capire che esiste altro, anche il bello. Dobbiamo educarli alla ricerca della bellezza”. Anche se non è possibile riuscirci sempre: “Sarei presuntuoso se dicessi che li ho salvati tutti. Le cose si fanno in due, come un rapporto di coppia. In queste cose è così: ti salvi se ti vuoi salvare”.

Fonte: ADNKRONOS.COM

Articoli Recenti

Martina Franca, Norma apre il 50° Festival della Valle d’Itria. Ecco tutti gli appuntamenti.

Si inaugura mercoledì 17 luglio a Palazzo Ducale di Martina Franca (ore 21) con la Norma di Vincenzo Bellini la 50ª edizione del Festival della Valle d’Itria, edizione speciale che festeggia mezzo secolo...

Kate torna in pubblico, sorrisi e ovazione a Wimbledon.

Un'accoglienza calorosa, prevedibile ma non per questo meno gradita dall'interessata, ha salutato l'ingresso della principessa Kate Middleton nel Royal Box del Centrale di Wimbledon:...

Sanremo verso lo slittamento, c’è la Coppa Italia.

Più che la musica poté il pallone e così, anche se la faccenda non è ancora ufficiale, il Festival di Sanremo rischia di slittare...

Italiani nel mondo del passato: Eddie Lang e la sua chitarra jazz che ha incantato il mondo.

Oggi la rubrica Italiani nel mondo vi porterà alla scoperta di una figura straordinaria e al contempo poco nota ai più che ha fatto la storia della...

QUERCETINA E ACIDO QUINOVICO, QUESTI SCONOSCIUTI.

ACIDO QUINOVICO L’acido quinovico è una molecola contenuta nella quinoa e in alcune piante officinali, come l’Uncaria tormentosa (meglio nota come “unghia di gatto”). La quinoa è un cereale...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.