Milena Calabrò – Presidente dei Convegni di Cultura Maria Cristina di Savoia sezione Catania.

0
1129
La Presidente Milena Calabrò

Nata il 27 settembre del 2020 dall’impegno che la Presidente Milena Calabrò ha sempre esercitato a sostegno dei bisogni materiali e sociali delle persone più deboli, l’Associazione ‘Convegni di Cultura Maria Cristina di Savoia sezione di Catania’ rappresenta ad oggi un punto di riferimento importante nel panorama culturale e associativo della Sicilia orientale.

Le attività in programma sin dalla costituzione del direttivo dell’Associazione, ideate dalla Presidente Calabrò, hanno di fatto risentito in negativo della diffusa pandemia nel periodo più critico della trasmissione del virus. Il tempo di attesa, vissuto intensamente prima del debutto pubblico, ha generato la convinzione di quanto fosse importante attribuire il giusto riconoscimento all’intenso lavoro svolto dalle donne.

Impegnate nel contrastare gli esiti più devastanti della pandemia, le donne hanno svolto un ruolo importante nei diversi settori di competenza, hanno agito con cura e professionalità dimostrando di saper affrontare, unite, un nemico invisibile ed insidioso.

Il Premio ‘La Rosa d’Argento’ – I edizione

Ѐ a tutte loro dunque che la Presidente Milena Calabrò ha voluto dedicare la I edizione della ‘Rosa d’Argento’, una manifestazione svoltasi il 25 giugno del 2021 nell’anfiteatro comunale ‘Turi Ferro’ di Gravina di Catania alla presenza del Console Onorario di Grecia Arturo Bizzarro, delle Istituzioni locali e dei maggiori esponenti culturali della città.

Il premio, un riconoscimento alla professionalità di molte donne impegnate nel sociale, è stato l’occasione per esprimere la gratitudine di tutta la popolazione locale nei riguardi dell’azione sinergica svolta nel lungo periodo a favore di un gran numero di persone con fragilità.

Sono state premiate il Tenente di Vascello Tiffany Lichtenwalner ed il sottufficiale sanitario Fila Clark per la gestione del piano vaccinale e l’assistenza sanitaria fornita durante l’emergenza nell’Ospedale Navale della base statunitense della NAS Sigonella.

Maricia Roccaro, direttore sanitario del Centro Emodialisi di Bronte e fondatrice dell’Associazione Humanity, ha ricevuto la rosa d’argento per l’impegno svolto nella gestione dei pazienti covid e per l’assistenza sanitaria e socio-assistenziale fornita ai malati fragili non autosufficienti. Graziella Benedetto, docente specializzata di sostegno presso l’Istituto Agrario ‘G. Cerabona’ di Marconia in provincia di Matera, ha inoltre ricevuto l’ambizioso premio per l’azione svolta a favore degli alunni con disabilità e fragilità psico-fisiche che necessitavano di un supplemento di attenzioni durante lo svolgimento delle lezioni a distanza.

I ‘Convegni di Cultura Maria Cristina di Savoia’

Nel 1937 le donne dell’Unione Donne Cattoliche fondarono a Roma un movimento il cui scopo principale era quello di promuovere un’azione culturale, sociale e religiosa che intervenisse a sostegno della parte più debole della popolazione.

Il Movimento, intitolato a Maria Cristina di Savoia Borbone, Regina delle Due Sicilie, si diffuse in seguito in tutta Italia e ad oggi operano 80 gruppi con un totale di circa 3500 aderenti.

Impegnata sin dalla giovanissima età in opere caritatevoli a favore dei più deboli, Maria Cristina di Savoia Borbone, elevata al ruolo di Beata nel 2014, si adoperò per garantire alle persone una vita dignitosa e migliori condizioni di lavoro.

I ‘Convegni di Cultura Maria Cristina di Savoia’sono oggi attivi in numerose regioni italiane e svolgono attività di promozione della cultura storico-artistica locale, si adoperano nell’organizzazione di eventi pubblici finalizzati alla beneficenza e sono sempre più interpreti dei bisogni materiali e sociali della popolazione più fragile nei territori di loro competenza.

Riconosciuti dal Vaticano e accreditati dalla CEI Commissione Episcopale Italiana, i ‘Convegni di Cultura Maria Cristina di Savoia’ sono presieduti dalla Presidente Nazionale Silvana Alesiani.

Milena Calabrò e l’impegno a disposizione di FIABA

Nominata Messaggero onorifico di FIABA dal Presidente Giuseppe Trieste, Milena Calabrò condivide con il gruppo Scuola di FIABA l’impegno contro ogni forma di discriminazione e a favore di un’inclusione scolastica rispettosa delle esigenze di tutti gli alunni.

Attenta alla componente più fragile, Milena Calabrò, d’intesa con le associazioni della rete territoriale, ha sostenuto anche materialmente le famiglie degli alunni per tutto il periodo di chiusura delle scuole portando aiuti in grado di affrontare dignitosamente i problemi socio-economici generati dalla pandemia.

Il Gran Galà di Beneficenza

Organizzato il 25 settembre del 2021 a Viagrande, comune del catanese, la manifestazione ha avuto il grande merito di sensibilizzare un numero significativo di persone pronte a contribuire ad una raccolta di fondi da destinare alle attività benefiche in precedenza individuate.

Gli ufficiali del 41° stormo dell’Aeronautica Militare di Sigonella, ospiti della Presidente Milena Calabrò insieme al Comandante Howard Lee Rivera, hanno conferito alla manifestazione un connotato ricreativo molto apprezzato dal pubblico presente.

Per l’occasione nel ruolo di ballerini di walzer, gli ufficiali si sono distinti nell’allietare la cena alternando le loro performace con l’esibizione di due professionisti di tango argentino ed altri gruppi locali di ballo.

La Presidente Calabrò ha inoltre in quell’occasione destinato un riconoscimento alla Prof.ssa Lucia Fichera dell’Associazione ‘Officina delle idee Empatèia’ e responsabile dello sportello antiviolenza di Catania.

L’azione di contrasto alla violenza di genere e il sostegno professionale ed umano che l’associazione rivolge alle donne e ai minori coinvolti contribuiscono in misura significativa a prevenire, quando possibile, le molestie, i maltrattamenti e gli episodi di violenza o ad affiancare le vittime nel loro doloroso percorso di rinascita.

L’Associazione di volontariato IHS (Italian Help System for Life), destinataria dei fondi raccolti in occasione del Gran Gala di Beneficenza, è stata per l’occasione rappresentata dalla vice Presidente Milena Alì. Impegnatissima nel sostenere le famiglie in difficoltà e nel realizzare progetti socio-sanitari ed assistenziali, l’Associazione IHS è stata di recente coinvolta in una missione di aiuti in Iran.

I progetti per il futuro

La II edizione del Premio ‘La Rosa d’Argento’, che la Presidente Calabrò ha in programma per il prossimo mese di giugno, avrà come protagoniste le donne imprenditrici e, per la prima volta, anche gli uomini delle imprese locali.

In un’ottica di modernità, il direttivo catanese ha infatti ritenuto opportuno consentire anche agli uomini di entrare a far parte dei ‘Convegni’ in qualità di soci simpatizzanti e sostenitori.

Sono inoltre in preparazione manifestazioni locali di valorizzazione delle donne e di diffusione della cultura del rispetto della persona con un’attenzione particolare alla difesa dell’ambiente naturale e degli animali.

Brevi note biografiche

Da anni impegnata nel sociale, ancor prima della costituzione dei ‘Convegni di Cultura Maria Cristina di Savoia sezione di Catania’, Milena Calabrò è stata volontaria negli ospedali e ha prestato servizio tra i donatori di sangue, l’emergenza 118 e la Misericordia.

Nel tempo si è fatta promotrice di raccolte collettive di beni indispensabili da destinare alle donne e ai bambini bisognosi della città. Capace di agire in sinergia con le Associazioni locali e nazionali che condividono i medesimi obiettivi, Milena Calabrò è intervenuta nella recente crisi umanitaria in Ucraina facendo la sua parte nel mettere a disposizione della popolazione beni di primissima necessità.

FIABA ringrazia la Presidente Milena Calabrò per aver gentilmente messo a disposizione le foto a corredo del presente articolo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.