L’UE non sa come pagare i russi a cui ha messo sanzioni.

Ennesima confusione dell'Unione sulle scelte di fondo. I 27 ancora una volta divisi.

0
481

Nonostante i toni trionfalistici di certa stampa, l’ Unione Europea ha forti difficoltà per pagare il gas russo senza violare le sanzioni. Le sue aziende sono in attesa di avere delle direttive a cui adeguarsi ma i ventisette si mostrano divisi. Venerdì si è svolto un primo incontro con i delegati dei Paesi membri. Diversi stati stanno chiedendo di fare chiarezza sulle regole da attuarsi. Per il momento Bruxelles prevede il pagamento in euro e dollari. Una via d’uscita potrebbe essere quella una dichiarazione delle aziende europee, che dopo aver regolarizzato i pagamenti in essere, consideri conclusi gli obblighi contrattuali con Mosca. L’ipotesi è improbabile mentre per il momento il traffico energetico e il relativo pagamento in denaro da parte dei paesi dell’Unione verso la Russia di Putin prosegue senza difficoltà.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.