India: davanti all’Alta Corte di Karnataka il caso delle ragazze che protestano per portare il velo islamico a scuola.

0
342

A Kamataka in India è in vigore il divieto di indossare “ abiti con connotazioni religiose”. Il divieto riguara i diversi credi ed implica la rinuncia ai turbanti dei sikh, alle sciarpe color zafferano degli induisti e l’hijab. Sta facendo scalpore il caso delle studentesse islamiche che dall’inizio di gennaio rifiutano di togliere il velo contrariamente a quanto richiesto da scuola e stato. Su questo caso sta discutendo l’Alta Corte dove le ragazze, che attualmente stanno seguendo le lezioni dall’esterno, hanno fatto ricorso. L’avvocato , che rappresenta lo stato Karmataka, Prabhuling Navadgi sostiene che l’obbligo di velo non sia una pratica religiose dell’Islam e che la scuola si sia limitata a chiedere il rispetto di regole di abbigliamento. Il caso ha infiammato il college e ha creato un vasto eco che ha coinvolto altre città. Ieri a Bangalore e in altre città è stato deciso fino a fine febbraio il divieto di raduni in prossimità delle scuole.,

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.