I festival culturali in Italia dell’estate. Da Milano Remapped Summer a Electropark ( I parte) .

DALLA MUSICA ELETTRONICA ALLE ARTI PERFORMATIVE, PASSANDO PER IL CINEMA D’ALTA QUOTA E LA VIDEOARTE FINO AL TURISMO IN CHIAVE QUEER, C’È TUTTA UNA SERIE DI RASSEGNE PRONTE A PARTIRE. TRA CONFERME E NOVITÀ, ECCO QUALI SONO.

0
736

L’Italia si conferma il paese dei festival culturali, specie ovviamente nei mesi estivi. Nulla di paragonabile in giro per l’Occidente. Dalla letteratura alla filosofia, dalla storia al cinema passando per la musica. Un caso unico a livello globale. Dopo mesi di restrizioni e chiusure su tutto il territorio nazionale, c’è finalmente tutta una serie di festival dedicati a vari temi – dalla musica elettronica alle arti performative, passando per il cinema d’alta quota e la videoarte fino al turismo in chiave queer – che, tra conferme e novità, aspettano solo di partire o ripartire. Vediamo quali sono…

-Claudia Giraud

1. MILANO REMAPPED SUMMER FESTIVAL – PIRELLI HANGAR BICOCCA

Milano Remapped Summer Festival è una prima edizione e vede come protagoniste tre realtà indipendenti – Archive, SPRINT e Standards – attive sul territorio milanese. Ciascuna realtà è stata coinvolta a curare un programma che, nel corso delle due serate, mixa musica, arti performative, video, editoria, grafica e molto altro, in una vera e propria esplosione di linguaggi creativi che prenderà vita negli spazi esterni di Pirelli HangarBicocca nelle serate dell’11 e 12 luglio 2022. Non solo: il festival è parte di un percorso di ricerca realizzato, con il sostegno di Fondazione Cariplo, da Pirelli HangarBicocca e dall’Università degli Studi Milano-Bicocca. Il progetto si intitola Milano Remapped, e si pone l’obiettivo di mappare e dialogare con le tantissime realtà indipendenti che animano il tessuto culturale milanese – generando anche occasioni di dialogo con istituzioni come Pirelli HangarBicocca.

2. ELECTROPARK FESTIVAL – GENOVA

Electropark Festival, uno dei principali festival di musica elettronica nazionali e arti performative, torna a Genova dal 15 al 17 luglio. Saranno tre giorni di suoni elettrici in quattro diversi luoghi: una villa storica, un club, un mercato dei pescatori e una spiaggia, con 14 artisti internazionali tra cui Ben UFO, Loraine James in anteprima italiana e Or:la. Un’esperienza unica di tre giorni e un’occasione per ballare e divertirsi con dj di calibro internazionale e nazionale tra la Villa del Principe, Virgo Club, Mercato dei Pescatori della Darsena e Beach Cafè Sturla. “Mai come quest’anno abbiamo deciso di creare”, racconta Alessandro Mazzone di Forevergreen, direttore di Electropark, “un festival di musica elettronica che rientri in uno scenario europeo di club culture, sia dal punto di vista del calibro dei dj coinvolti, sia da quello dell’esperienza off

3. 25° GRAN PARADISO FILM FESTIVAL – COGNE

Festeggia la sua 25° edizione il Gran Paradiso Film Festival, il festival cinematografico più longevo della Valle d’Aosta, rassegna internazionale dedicata al cinema naturalistico che inaugurerà l’11 luglio alla presenza di un prestigioso ospite del jet set internazionale per proseguire con un doppio evento di cinema e fotografia dedicato allo stambecco presso il Forte di Bard ed eventi a Cogne e nelle valli del Gran Paradiso a luglio e ad agosto e terminare il 6 agosto. Il Festival, nato nel 1984, ha l’obiettivo di favorire la conoscenza dello straordinario patrimonio naturale del pianeta, celebrandone la bellezza e stimolando riflessioni sulla sua salvaguardia, nella cornice del primo Parco Nazionale italiano che compie nel 2022 un secolo di storia della conservazione della natura. “Dal 1984 il GPFF propone il genere del cinema animalier per divulgare la scienza e scatenare la curiosità”, racconta il Direttore Artistico, Luisa Vuillermoz. “Al Concorso internazionale e al Corto Natura si affianca il De Rerum Natura un ciclo di incontri pensati come momenti ispirativi, di ampio respiro culturale, che vedono il confronto tra personalità appartenenti a diversi campi del sapere, dalla scienza alla politica, dal jet set internazionale alla società”. Una novità dell’edizione 2022 sarà quella di accogliere il pubblico alle porte della Valle d’Aosta con GPFF in mostra al Forte di Bard: un doppio viaggio nei segreti dell’animale simbolo del Parco Nazionale Gran Paradiso, lo stambecco. I sorprendenti scatti di Giorgio Marcoaldi e le immagini cinematografiche straordinarie di Anne ed Erik Lapied raccontano una storia di equilibrio fra uomo e natura e di reciproca salvezza, nel primo Parco nazionale d’Italia.

4. AIACE A MACCHIA D’OLIO – VALLE D’AOSTA

Fa il suo esordio in questo 2022 Aiace A Macchia D’olio, la rassegna cinematografica che dall’8 luglio al 24 agosto riunirà gli abitanti della Valle d’Aosta davanti al grande schermo grazie a un fitto programma di proiezioni itineranti. Organizzata dall’associazione AIACE VdA con il contributo della regione autonoma della Valle d’Aosta, la Film Commission Vallée d’Aoste e i comuni coinvolti, la rassegna ha l’obiettivo di diffondere la cultura cinematografica e promuovere il legame, sempre più forte, che unisce il territorio alla settima arte: unificatore sociale, catalizzatore di emozioni, fabbrica di immaginazione. Per farlo, ha ideato un viaggio di due mesi a tappe nei comuni di Aosta, Saint-Christophe, Arvier, Chamois e Pollein, nel corso del quale socie e soci dell’associazione intendono far rivivere il grande cinema classico, moderno e contemporaneo in sala e all’aperto, dedicando anche uno sguardo ai cortometraggi recentemente selezionati nei programmi festivalieri internazionali.

5. APOLIDE FESTIVAL – BOSCHI DEL CANAVESE

Dal 21 al 24 luglio nella splendida Area Naturalistica Pianezze di Vialfrè torna Apolide Festival: un festival unico e originale che prende forma in un luogo speciale, incastonato nei boschi del Canavese, tra Torino e Ivrea. Ideato e promosso da sempre da Associazione Culturale To Locals, dal 2019 in collaborazione con Associazione Culturale Hiroshima Mon Amour, quest’anno il festival riprende la sua struttura originale: tre palchi (Main stage, Boobs stage e Soundwood stage) ospitano un’attenta proposta di live, dj set e performing arts con oltre 100 artiste e artisti coinvolti. Grandi nomi della scena musicale italiana, dai Subsonica e Cosmo, da Venerus ai Calibro 35, si affiancano alle realtà più interessanti e innovative del panorama nazionale e internazionale.

6. VIDEOCITTÀ – ROMA

Giunto alla sua V edizione, torna dal 20 al 24 luglio Videocittà, il festival ideato da Francesco Rutelli con la direzione creativa di Francesco Dobrovich che esplora le forme più avanzate dell’audiovisivo, per mappare i molteplici sguardi sul mondo di oggi e costruire gli immaginari del futuro. L’edizione 2022 presenterà per la prima volta una sorprendente installazione multimediale e immersiva che reinterpreterà l’architettura del monumento simbolo del quartiere Ostiense e della Roma “moderna”, il Gazometro. L’opera, firmata dallo studio multidisciplinare *fuse e dal titolo Luna Somnium, è una sfera sospesa al suo interno con un diametro di 20 m, proiettata su 360°, visibile da gran parte del territorio urbano. Tra stupefacenti installazioni, live, videoarte, virtual reality, nft, talk formativi e divulgativi e iniziative dedicate ai più piccoli, un’esperienza immersiva di cinque giorni in compagnia di artisti, creators, makers e leader digitali. Videocittà dedica la quinta edizione del Festival della Visione alla Transizione, digitale ed ecologica: un processo che, con visione strategica, pragmatismo, scelte condivise e partecipate, porti concretamente alle necessarie innovazioni e a un nuovo e più radicale modo di interpretare il rapporto fra essere umano e ambiente. Cuore pulsante del festival saranno le esibizioni live e le AV performance con il digital artist francese Maotik, la creazione dell’artista multimediale giapponese Daito Manabe insieme a Yukiyasu Kamitani, pioniere nel campo della decodifica cerebrale, l’irlandese Max Cooper con il suo ultimo lavoro Unspoken Words, Franz Rosati, Sick Luke con il celebratissimo album d’esordio X2, i Mokadelic, autori di colonne sonore per il cinema, il teatro, la TV e la pubblicità e attualmente impegnati a rappresentare in forma di musica le riflessioni sul climate change. Non mancheranno inoltre momenti di approfondimento con talk e cicli d’incontri curati rispettivamente dal critico Nicolas Ballario e dalla docente Caterina Tomeo, l’assegnazione del premio Videocittà Awards, dedicato alle nuove frontiere dell’audiovisivo, oltre che una sezione dedicata ai più piccoli.

7. TONES TEATRO NATURA / NEXTONES – VAL D’OSSOLA

Con un’incredibile Prima Mondiale firmata da Stewart Copeland si inaugura dal 22 luglio al 4 settembre Tones Teatro Natura, stagione artistica prodotta dalla Fondazione Tones on the Stones nello spazio performativo realizzato in un’ex cava di granito in Val D’Ossola. Uno spazio/ecosistema dedicato alla ricerca artistica, all’innovazione, alla conoscenza e al benessere individuale. L’avvio il 22 e 23 luglio con il debutto in Prima Mondiale di The Witches Seed, spettacolare e immersiva opera rock dalle tinte horror firmata dal geniale musicista e fondatore dei Police Stewart Copeland, con i brani di Chrissie Hynde dei Pretenders che si aggiungono alle composizioni di Copeland e Irene Grandi nel ruolo di protagonista. La stagione prosegue poi dal 26 al 31 luglio con Nextones, il festival internazionale, curato e coprodotto da Threes Productions, dedicato alla più radicale sperimentazione nel campo dell’arte audiovisiva e della musica elettronica. Tra i primi nomi annunciati: Squarepusher, Armin Linke, Aerocene, Rrose, Mimmo Sparacio, Marina Herlop, Verynicensleazy, Front De Cadeaux e Michael Reiley. Chiude la stagione dal 2 al 4 settembre la seconda edizione di Campo Base, il festival dedicato alla cultura della montagna, agli sport e alle attività outdoor curato da Alessandro Gogna, Nicola Giuliani e Chantal Ferrari.

Fonte ( Artribune)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.