15.2 C
Rome
martedì, Marzo 5, 2024
HomeATTUALITÀ E EDITORIALECongresso Cgil, Landini rieletto segretario: "Distanze da Meloni, pronti anche allo sciopero".

Congresso Cgil, Landini rieletto segretario: “Distanze da Meloni, pronti anche allo sciopero”.

Date:

martedì, Marzo 5, 2024

Maurizio Landini è stato rieletto segretario generale della Cgil.

Al termine del XIX congresso nazionale, l’assemblea lo ha confermato alla guida del sindacato per il secondo mandato di quattro anni, con il 94,2% di voti favorevoli.

IL DISCORSO DI LANDINI AL CONGRESSO – Con il governo e la premier Giorgia Meloni c’è “una diversità molto profonda, molto consistente. Per tutto il sindacato italiano non c’è possibilità di discussione, bisogna avviare una mobilitazione che non esclude alcuno strumento, compreso se necessario lo sciopero. Lo vogliamo fare insieme a Cisl e Uil, ne discuteremo con loro, abbiamo già un incontro fissato la prossima settimana”. Così il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, nell’intervento di chiusura del XIX congresso, all’indomani dell’intervento della presidente del Consiglio.

“Lo diciamo in modo chiaro al governo, alle forze politiche, alle controparti: noi non ci fermeremo e non accettiamo che sia il lavoro a pagare per tutti. Questo Paese lo vogliamo cambiare più del governo e più delle forze politiche e lo diciamo a Cisl e Uil: lo vogliamo fare insieme a voi e agli altri lavoratori. Non ci fermeremo. La battaglia la vinceremo”. Così il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini. “Di cosa abbiamo paura, cosa dovremmo perdere? Le pensioni che non abbiamo, la precarietà, il salario che non arriviamo a fine mese? Se non fai nulla, hai perso prima di cominciare”, afferma.

I genitori di Regeni al Congresso Cgil, la nostra battaglia fino alla verità – “Grazie per l’ascolto, di cui abbiamo molto bisogno, e per il sostegno fin dall’inizio della nostra battaglia per ottenere verità e giustizia”: i genitori di Giulio Regeni, in un collegamento con il congresso della Cgil, ricordano il figlio ucciso in Egitto sette anni fa. “Giulio era un ricercatore, non era altro. Oggi avrebbe 35 anni. Il suo interesse era per i lavoratori e per il mondo dell’economia, per la vita delle persone che lavorano”, sottolinea la mamma Paola, rivolgendo “un grande pensiero ai giovani, che ricercano e di cui abbiamo bisogno. Non lasciamoli andare via”. L’obiettivo di Giulio “era dare un contributo al miglioramento della società attraverso lo studio e il lavoro. Ringraziamo per il sostegno e vi chiediamo di starci ancora vicino nel cammino verso verità e gustizia”, dice il papà Claudio Regeni, tra gli applausi dalla sala. “Sono sette anni che inseguiamo la verità e che pretendiamo una verità processuale per il sequestro, la tortura e l’omicidio di Giulio. E’ un morto sul lavoro”, afferma la legale della famiglia, Alessandra Ballerini, aggiungendo che “con i dittatori non possiamo collaborare”.

ansa

Articoli Recenti

Amianto killer in Marina Militare: Ministero della Difesa condannato per la morte di Aldo Martina esposto all’amianto durante il servizio di leva.

Il Tribunale di Roma ha condannato il Ministero della Difesa per la morte di Aldo Martina, avvenuta nel maggio del 2019 a causa di mesotelioma pleurico legato...

Scherma, atleta uzbeka denuncia stupro a Chianciano. Federazione: “Subito agito con magistratura”.

La Federscherma si è attivata con la magistratura in relazione alla notizia secondo cui una campionessa di scherma di 17 anni della squadra dell'Uzbekistan...

La progettazione europea per salvare le aree interne.

La Strategia nazionale per le aree interne del Paese costituisce una delle linee strategiche di intervento dei Fondi strutturali europei dei cicli di programmazione 2014-2020...

Blitz di un piccolo gruppo di giovani di Ultima generazione agli Uffizi.

Manifestazione di un gruppo di giovani aderenti a Ultima Generazione questa mattina alla Galleria degli Uffizi a Firenze di fronte alla Primavera di Botticelli. Cinque...

Dossieraggio su politici e vip, circa 800 accessi abusivi: da Allegri a Valditara chi sono gli ‘spiati’.

Dal mondo della politica a quello dell’economia sono decine i nomi di personaggi noti finiti nelle ricerche in banche dati compiute dall’ufficiale di polizia giudiziaria...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.