Un’Italia a due facce blinda il Mondiale

By on 7 Settembre 2013

Italia-Bulgaria qualificazione mondiale Brasile 2014di Gianluca Colasanti

IQ. 07/09/2013 – E’ un’Italia che non ti aspetti quella che al Renzo Barbera ipoteca la qualificazione a Brasile 2014 battendo la Bulgaria per una rete a zero dopo una partita tutt’altro che semplice.

Gli azzurri infatti, orfani di Montolivo, Osvaldo e Balotelli riescono a vincere di misura grazie soprattutto a capitan Buffon che torna protagonista con 3 parate davvero degne della sua fama mondiale.

Nella prima parte di gara le due squadre si studiano lasciando pochi spazi agli attacchi avversari con l’Italia che appare leggermente piu’ vivace della formazione bulgara.

La partita infatti viene sbloccata proprio dagli azzurri a pochi minuti dalla fine del primo tempo con Gilardino, bravo a depositare in rete lo splendido pallone arrivatogli dalla sinistra da Candreva.

Con questa rete il bomber di Biella raggiunge Bettega nella classifica dei marcatori azzurri di tutti i tempi con 19 reti mettendo nel mirino Paolo Rossi fermo a 20. A questo punto la Bulgaria prende in mano il gioco per tentare il recupero, mantenendo il controllo della partita per tutta la ripresa e dimostrando quindi di meritare il secondo posto nel girone. L’Italia non sembra essere in una condizione fisica smagliante e nei secondi quarantacinque minuti di gioco non riesce a rendersi pericolosa salvo un paio di tiri dalla distanza di Insigne e Candreva che non impensieriscono piu’ di tanto la retroguardia Bulgara.

A questo punto inizia lo show di Gigi Buffon che prima al minuto 48 e successivamente al minuto 62 salva alla sua maniera su due colpi di testa a colpo sicuro della squadra bianco verde che spinge fino all’ultimo sfiorando il pareggio con Milev che allo scadere spedisce di poco a lato dopo aver colpito di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Su questo ultimo brivido finisce un incontro che lascia comunque contenti tifosi e addetti ai lavori anche perchè che con questi tre punti gli azzurri mettono un serio sigillo sulla qualificazione alla fase a gironi del prossimo mondiale con la possibilità di chiudere la questione martedi’ prossimo contro la Repubblica Ceca.

Tuttavia Prandelli è sembrato preoccupato dopo la partita di ieri che ha visto una squadra come l’Italia salvarsi contro la modesta Bulgaria solo grazie agli interventi prodigiosi di un rinato Buffon. Questo pensiero sicuramente darà da lavorare alla nostra nazionale in vista di un mondiale che, dopo Sudafrica 2010, è visto con sentimento di rivalsa da parte di tutti gli sportivi italiani.

 

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.