Tripoli si sveglia ed inizia a collaborare sulla questione immigrazione.

By on 7 maggio 2015

 

Il governo di Tripoli intanto ha annunciato lo spiegamento di uomini armati per fronteggiare l’emergenza.

Il piano di Tripoli è stato presentato dal governo all’Autorità per l’immigrazione illegale libica. Le altre misure riguardano, in due casi, un “miglioramento” dei centri di detenzione; il “tentativo di deportare i detenuti nei loro paesi di origine”; e “il rivolgersi agli Stati di origine, come Mali, Niger e Somalia, attraverso il ministero degli Esteri al fine di collaborare per fermare il flusso di immigrati verso la Libia attraverso i confini meridionali”.

Clandestini

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *