Tregua in Libia.

By on 12 Gennaio 2020

Le forze fedeli al generale Haftar hanno annunciato una tregua, a partire da un minuto dopo la mezzanotte, conformemente all’appello lanciato mercoledì scorso da Putin ed Erdogan. Tuttavia, la stessa fonte afferma che “la risposta sarà severa in caso di violazione dal campo avverso”. Si attende adesso la reazione del capo del Governo di accordo nazionale, Fayez al Serraj. Intanto, prosegue la mediazione italiana alla ricerca di una soluzione diplomatica. In precedenza, a Palazzo Chigi si sono incontrati premier libico, Fayez al Sarraj, e il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Un incontro previsto già tre giorni fa che è stato poi annullato dal premier libico, seccato per l’accoglienza riservata dall’Italia al generale Haftar.  “A nome dell’Italia siamo estremamente preoccupati per l’escalation sul territorio libico. Gli ultimi sviluppi rendono il Paese una polveriera con ripercussioni su tutta la regione”, ha dichiarato il presidente del Consiglio, durante la conferenza stampa congiunta con il presidente del Governo di accordo nazionale libico, Fayez al Sarraj, al termine del bilaterale a Palazzo Chigi. Dobbiamo fermare il conflitto interno e le interferenze esterne in Libia”, ha detto Conte e “fermare assolutamente il conflitto interno e le interferenze esterne”. 

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com