TOTO’ STENDE ANCORA IL MILAN. PAREGGIO TRA CATANIA E CAGLIARI

By on 9 Marzo 2014

di Gianluca Colasanti

IQ. 09/03/2014 – Anche in una stagione in chiaroscuro Totò Di Natale fa male al Milan, firmando inesorabilmente l’ennesima sconfitta rossonera. Gli uomini di Seedorf, infatti, non riescono ad ottenere il risultato sperato orfani, almeno inizialmente, di Balotelli e di diversi altri titolari, non rischiati dal tecnico olandese in vista della proibitiva trasferta del Vicente Calderòn. Nel primo tempo il Milan gioca male, ed è trascinato dalle parate di Abbiati e dalle sortite di Pazzini che, tuttavia, si mangia un goal già fatto. Disastrosa la prova di Zapata, alla quale fa eco quella di tutto il pacchetto arretrato milanista. Al minuto 67 si ha la prova schiacciante di questo fatto con un fraseggio tra Bruno Fernandes e Pereyra effettuato a difesa schierata, che porta Totò di Natale a segnare il goal dell’uno a zero bianconero a porta vuota. Seedorf prova a cambiare le carte in tavola a questo punto, non riuscendo però a cambiare il risultato finale e soprattutto il gioco, grande assente in questa stagione in casa Milan. Sorride, invece, Guidolin, che porta l’Udinese a quota 31 punti, a ben 10 lunghezze dal Livorno terzultimo.

Finisce in parità la sfida del Massimino tra Catania e Cagliari, lasciando l’amaro in bocca alla squadra etnea, sempre piu’ invischiata nella lotta per non retrocedere. Può gioire, invece, il Cagliari, che porta a casa un punto fondamentale in ottica salvezza, uscendo indenne da un campo notoriamente complicato. Nonostante i recuperi di due pedine fondamentali come Barrientos e Bergessio, il Catania parte sulla difensiva, permettendo troppo ad un Cagliari pungente. Per la squadra rossoazzurra è Lodi a sfiorare il goal in due occasioni tuttavia i primi quarantacinque minuti si chiudono sullo zero a zero. Nella ripresa la partita cambia e, nonostante la spinta offensiva catanese, è il Cagliari a portarsi in vantaggio con Vecino, servito fortuitamente da Marco Sau. Passano circa dieci minuti ed il Catania trova il pari. Una bella punizione del solito Lodi viene sfiorata di testa da Bergessio per l’uno a uno etneo. Spinto dal pari e dall’espulsione di Avelar per doppio giallo, il Catania prova a fare bottino pieno trovando anche due beffardi legni nel finale. Alla fine il risultato però non cambia, lasciando il Catania aggrappato in maniera precaria alla serie A, ed il Cagliari tranquillamente posizionato nelle zone piu’ tranquille della classifica.

 

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.