I terremoti hanno deformato una zona di 600 chilometri quadrati.

By on 2 Novembre 2016

I terremoti del 26 e del 30 ottobre hanno deformato una zona di 600 chilometri quadrati. E’ quanto emerge dalla prima analisi dei dati del satellite radar Sentinel 1, del programma europeo Copernicus, elaborate dall’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) e dall’Istituto per il rilevamento elettromagnetico dell’ambiente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Irea-Cnr). In una precedente rilevazione, il Cnr-Irea aveva fissato in 130 km quadrati l’area interessata dalla deformazione. –

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.