Tensioni in Polizia. Il Capo della Polizia Franco Gabrielli visita il Reparto Mobile di Roma

By on 1 Settembre 2017

Riceviamo e Pubblichiamo

E’ UN EVENTO STORICO. Il Capo della Polizia Franco Gabrielli viene in visita al Reparto Mobile di Roma grazie all’O.S. ITALIA CELERE che aveva ravvisato nelle parole del Capo della Polizia di qualche giorno fa una grave lesione verso un funzionario e verso tutta la Polizia. E’ una vittoria tutta CELERE questa che ci teniamo a raccontare nel dettaglio.

Stavolta non è il Reparto Mobile ad essere al centro delle critiche ma il dirigente del Commissariato Trevi della Questura di Roma per quella sua frase “se vi lanciano una bombola spezzategli le braccia“. Subito dopo questi fatti l’O.S. ITALIA CELERE aveva palesato le proprie perplessità al sig. Capo della Polizia; prima con l’intervista del Segretario Generale Nazionale Andrea Cecchini a Formiche.net (critica molto aspra anche per le parole del Capo circa l’uso dell’idrante) e poi con una Lettera a Lui indirizzata da parte del Vicario Generale Nazionale Armando Catese.

Il Capo apre al confronto con il nostro Vicario Generale Nazionale Armando Catese (vedasi fotografie); bel confronto molto aperto e leale! Catese rileva il fatto che molti funzionari in piazza non sono all’altezza della situazione e Trevi 01 era uno dei migliori, da qui nasce il suo rammarico espresso nella lettera. Catese chiede pertanto un canale diretto con la Segreteria del Capo per le problematiche relative all’Ordine Pubblico ed il Capo accorda dando appuntamento ai Celerini Romani per fine settembre. Ci sono poi interventi da parte di colleghi di altre Sigle Sindacali (qualcuno ne approfitta per usare addirittura dichiarazioni esternate giorni prima dal Segretario Nazionale Andrea Cecchini sull’utilizzo delle body-cam!). Ma il Capo è attratto dallo scambio con il Catese e si lascia andare anche ad una gag molto simpatica ed affettuosa. Non c’è stato tempo, purtroppo, per il confronto con Cecchini, avendo quest’ultimo lasciato cavallerescamente lo spazio anche ad altri colleghi. Il confronto come sarebbe stato? Il Capo afferma sin dall’inizio ripetutamente d’esser rimasto colpito dal sindacalista di Italia Celere che aveva fatto nei Suoi confronti “esegesi sull’uso dell’idrante e l’appunto per aver distrutto la Polizia” (vedasi intervista su formiche.net). Ci sarà modo di parlare con il Capo della Polizia.

Per ora ci teniamo a ringraziare il Capo della Polizia per averci messo la faccia e per aver affrontato chi lo aveva criticato. Ora restiamo in attesa del riscontro di disponibilità ed apertura da parte Sua e soprattutto ribadiamo che scenderemo in piazza ad ottobre per manifestare il nostro disappunto perché oggi più che mai abbiamo capito che c’è una Maggioranza dell’Insicurezza che sta cercando di distruggere i poliziotti italiani e per questo va combattuta!

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.