Strage immigrati, Renzi: “Intervenire nei Paesi di provenienza”

By on 19 Luglio 2014

“I problemi non si risolvono con gli spot dei politici in cerca di voti. Se vogliamo davvero risolvere la questione dell’immigrazione, dobbiamo intervenire nei Paesi da cui l’immigrazione parte e dare occasioni di sviluppo, di benessere, di pace e di libertà. Serve ciò che stiamo facendo in Mozambico, non slogan o spot di qualche ideologo con la camicia colorata”.
Lo ha affermato il presidente del Consiglio e segretario PD, Matteo Renzi, da Maputo, in Mozambico, in un incontro con la collettività italiana trasmesso da Rainews 24, commentando l’ultima tragedia di Lampedusa.

“Ancora oggi il dramma dell’immigrazione ha prodotto 18 morti nel mar Mediterraneo. Un uomo o una donna che rischia la vita per la propria fede o perchè in guerra – ha insistito ancora Renzi – non si preoccupa delle frasi spot di qualche politico al tg della sera”.

“Dobbiamo trovare più risorse per Frontex Plus, ma il problema dell’immigrazione va risolto alla radice. L’Italia userà tutti gli spazi possibili per intervenire e risolvere le problematiche relative all’immigrazione. Quella dell’immigrazione – ha continuato Renzi – è una priorità che il governo italiano affronterà anche nella veste di presidente Ue. Abbiamo bisogno di Africa – ha detto Renzi – come luogo da cui riparte una scommessa politica, economica e civile dell’Europa”.

Anche per il deputato del Pd Edoardo Patriarca, componente della Commissione Affari Europei, è necessario “un accordo con la Libia, per permettere l’identificazione di chi arriva dal resto dell’Africa, diventi la priorità della nuova Commissione Ue. Non possiamo aspettare ancora, un’intesa arrivi al massimo per la fine di agosto.

Quest’Europa – ha proseguito Patriarca -si faccia riconoscere per la sua fattività, d’altronde il nuovo naufragio su cui si sta indagando in queste ore ci impone di non procrastinare le soluzioniMare Nostrum’ ha salvato migliaia di persone, ma la nostra strategia per salvare chi fugge da fame e guerre va modificata”.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com