Serie A, dodicesimo turno: l’analisi

By on 24 Novembre 2014

di Gianluca Colasanti

IQ. 24/11/14 – Juventus e Roma continuano a volare anche dopo questa giornata di campionato. Le due battistrada del nostro calcio, infatti, superano due impegni tutt’altro che semplici e continuano ad incrementare il vantaggio sulle restanti diciotto di questa Serie A. La capolista è protagonista di una brillante prestazione sul prato dell’Olimpico contro una buona Lazio, liquidata grazie ad un gioco totalmente riformato da Allegri, impreziosito dalle prestazioni super di Tevez e Pogba, che con i rispettivi goal mandano in visibilio i 7000 juventini presenti.

Discorso, in parte, diverso per la Roma che soffre a Bergamo contro un’Atalanta agguerrita ed inizialmente in vantaggio. Nonostante ciò la squadra capitolina ha saputo salire in cattedra e ribaltare il risultato, tenendo aperto il campionato. Tra i giallorossi spicca la prestazione di Adem Ljajic, che da oggetto misterioso sta diventando sempre più importante negli schemi di Garcia. Perde terreno in classifica il gruppo delle aspiranti terze, con in testa il Napoli. La squadra di Benitez, infatti, si ferma in casa contro il Cagliari di Zeman che, come spesso è accaduto in questa stagione, ha saputo incassare i colpi avversari per poi ripartire in maniera decisa e pungente arrivando ad un punto decisivo in ottica salvezza.

Pari e rimpianti, invece, nel derby di Milano, dove l’Inter, alla prima di Mancini dopo il ritorno, riesce a riagguantare il Milan, inizialmente in vantaggio in una gara molto dura, caratterizzata dai troppi errori. Alla fine dei novanta minuti il punto può andar bene a due allenatori che difficilmente potranno migliorare le cose senza aiuti dal mercato di gennaio. Si ferma, in zona Champions, anche la Samp di Mihajlovic, che inciampa a Cesena (1 a 1 il finale) dimostrando di non riuscire a dare continuità esterna agli splendidi risultati arrivati a Marassi. Torna su in graduatoria la Fiorentina, che recupera alcuni pezzi pregiati e si impone in quel di Verona contro la squadra di Mandorlini, ormai senza successi da ben sei turni. A portare in alto la viola i goal di Gonzalo e Cuadrado intervallati dal guizzo dell’ex Roma, Nico Lopez.

Si scrive la storia al Friuli, dove Totò di Natale sigla la rete numero 200 in Serie A, raggiungendo l’obiettivo personale più volte dichiarato. Purtroppo per i friulani, però, il goal del capitano non basta a battere il Chievo che trova un meritato pari con il bel goal di Radovanovic, che chiude la gara sull’uno a uno. Contestazione e rischio panchina per Ventura a Torino, dove la squadra granata perde contro il Sassuolo in maniera totalmente immeritata. Il goal vittoria di Floro Flores, tuttavia condanna alla sconfitta i granata, che avevano fallito con Sanchez Mino, un rigore nei primi quarantacinque minuti. Continua a sprofondare il Parma, che cade in casa contro l’Empoli. La squadra di Sarri approfitta del momento delicatissimo dei ducali per accaparrarsi la seconda vittoria consecutiva in campionato, portandosi a quota 13 in campionato. Domani il match tra Genoa e Palermo.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.