Serie A, ventisettesima giornata: l’analisi

By on 17 Marzo 2015

di Gianluca Colasanti

IQ. 17/03/2015 – La Juventus è sempre più padrona della Serie A e continua la propria fuga solitaria verso il quarto tricolore consecutivo. La squadra bianconera, infatti, vincendo contro l’ottimo Palermo allunga a 14 punti il proprio vantaggio sulla Roma, chiudendo definitivamente un campionato che sembrava ancora aperto fino a poco tempo fa. Cade brutalmente la Roma, che perde in casa contro la Sampdoria in una partita caratterizzata dalla grande intelligenza tattica degli uomini in blucerchiato, abili a colpire la Roma nella ripresa utilizzando le ripartenze di Muriel, Eder ed Eto’o, nonostante una prestazione non eccellente.

In virtù di questo risultato, si riapre anche la corsa al secondo posto, con la Lazio che si porta ad un solo punto dai cugini giallorossi, grazie alla quinta vittoria consecutiva, arrivata sul campo del Torino di Ventura. Resta indietro il Napoli, che vede avvicinarsi Fiorentina e Samp dopo aver perso al Bentegodi contro il Verona di Luca Toni (doppietta), anche a causa di un vistoso turn over operato dal tecnico Benitez in vista del ritorno moscovita di Europa League.

Cade ancora il Milan di Inzaghi, che in casa della Fiorentina va inizialmente in vantaggio con Mattia Destro, per poi cadere nel finale sotto i colpi di Gonzalo Rodriguez e Joaquin, che lanciano la viola in zona europea. Dopo queste squadre, la classifica vede un vuoto piuttosto sostanzioso che conduce al settimo posto del Genoa, che nonostante la partita da recuperare, rimane lontano dalle zone nobili della classifica dopo la sconfitta interna contro il Chievo, una delle squadra invischiate nella lotta per non retrocedere.

Continua a deludere anche l’Inter di Mancini, che pareggia a San Siro contro il Cesena penultimo abbandonando forse definitivamente ogni velleità europea. Risale la china il Sassuolo, che batte un Parma ormai alla deriva con un netto 4 a 1. Torna a far punti il Cagliari, che nella prima dell’era Zeman 2.0 ritrova il bel gioco e pareggia in maniera piuttosto sfortunata contro la rivelazione Empoli. Secondo zero a zero consecutivo per l’Atalanta di Reja, che blocca l’Udinese all’Atleti Azzurri d’Italia, non approfittando dei passi falsi di Cagliari e Cesena per allungare ulteriormente sul terzultimo posto, distante solo 4 punti.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.