Secondo Congresso Nazionale de La Cittadina

By on 18 Aprile 2013

romanengoIQ. 18/04/2013 – Sabato 18 maggio 2013 si terrà a Romanengo (CR) presso il Teatro Galilei dalle 9.00 alle 18.00 il Secondo Congresso Nazionale de La Cittadina Fondazione Studi e Ricerche Veterinarie, dell’Associazione Italiana di Risonanza Magnetica Veterinaria e dell’Associazione Italiana di Radioterapia Veterinaria.

Si tratta di un evento scientifico di alta formazione destinato ai Medici Veterinari ed ai Medici Umani. Relatori provenienti da alcune tra le maggiori istituzioni scientifiche italiane, come l’Istituto Mondino di Pavia e l’Istituto del Radio di Brescia, si uniranno ai ricercatori attivi presso la Fondazione per presentare i risultati delle più aggiornate ricerche relative a tre grandi tematiche: le epilessie animali, nuove tecniche chirurgiche, la radioterapia stereotassica. Momento fondamentale della mattinata interamente dedicata alle epilessie sarà la disamina dei risultati di un’indagine conoscitiva promossa e attuata dalla Fondazione relativamente alla condotta del Medico Veterinario italiano impegnato nella gestione del paziente epilettico. La ricerca, svolta attraverso l’invio di un questionario, verte alla definizione di linee guida condivise per la diagnosi e terapia di un disturbo neurologico, l’epilessia, di frequente riscontro nella clinica dei nostri animali domestici.

La Cittadina Fondazione Studi e Ricerche Veterinarie di Romanengo nasce da un’idea di due Medici Veterinari, Mario Dolera e Luca Malfassi, impegnati da oltre 15 anni nello studio delle malattie del Sistema Nervoso del cane e del gatto. Sorta attorno ad un nucleo tecnologico costituito dalla sezione di diagnostica per immagini, con Risonanza Magnetica ad alto campo e TC multistrato, nel tempo la Fondazione ha visto aggiungersi la sezione di Chirurgia e più recentemente la sezione di Radioterapia Oncologica, dotata di acceleratore lineare per la cura dei tumori animali. Dal punto di vista tecnologico, la Fondazione vanta il primato europeo in ambito di radioterapia oncologica veterinaria. Ai Fondatori si sono aggiunti nel tempo collaboratori selezionati tra i migliori presenti nel panorama nazionale, invitati ad operare presso la Fondazione oltre che presso le rispettive strutture sanitarie di provenienza. Ne è scaturito un gruppo di lavoro interdisciplinare il cui agire si inspira al motto “tutti per uno”: ciascun paziente, seguito collegialmente dall’intero novero dei Medici, può così avvantaggiarsi sinergicamente delle diverse competenze proprie dei differenti professionisti. Borse di studio e periodi di formazione destinate e studenti e laureati sono atti concreti con cui la Fondazione promuove lo sviluppo del sapere medico-scientifico.

La Fondazione, ospitata in una tipica cascina lombarda di epoca settecentesca da cui prende il nome, è immersa nella campagna cremonese del Pian Alto di Melotta, a ridosso dell’omonimo parco naturale.

Tornando ai contenuti del Congresso di maggio, il primo tema della mattinata sarà la genetica delle epilessie del cane e del gatto. A partire da un’introduzione generale sulle modalità di controllo o eradicazione di caratteri ritenuti indesiderati, si procede a segnalare le razze canine in cui l’epilessia idiopatica è ritenuta avente base genetica, specificando il percorso storico che ha condotto a queste acquisizioni, le modalità di trasmissione, le eventuali possibilità di controllo messe in atto dai club di razza. La relazione allarga poi il campo di interesse verso le patologie malformative e degenerative trasmissibili epilettogene.

Si proseguirà con i meccanismi molecolari dei nuovi farmaci anticonvulsivanti e l’istopatologia delle epilessie animali. Un momento particolarmente interessante sarà la relazione dedicata ai disturbi neurologici ed epilettiformi nelle specie esotiche, come volatili, rettili, cheloni e grandi mammiferi. Le specie esotiche, pur possedendo un Sistema Nervoso spesso molto semplice, soffrono di disturbi neurologici in alcuni casi di difficile inquadramento da parte del Clinico. La presentazione descrive le più frequenti sindromi osservate nelle specie esotiche da compagnia, costituendo un’occasione per osservare la neurologia da un’angolazione insolita. Chiuderanno la mattinata il laboratorio e l’epilessia, le strategie terapeutiche delle epilessie in Medicina Umana ed in fine la Conferenza di consenso sulle epilessie in Medicina Veterinaria.

Il pomeriggio sarà dedicato alla radioterapia ed alle nuove tecniche chirurgiche. Aspetti biologici della radiochirurgia stereotassica, interazioni tra farmaci antiblastici e radioterapia e valutazione dei piani di cura radioterapici sono i titoli affidati e tre esperti invitati.

Strategie terapeutiche avanzate delle neoplasie del Sistema Nervoso nel cane nel gatto, esperienze di salvataggio dell’arto in corso di tumore osseo maligno (osteosarcoma) e tecniche chirurgiche originali saranno invece presentate e discusse dai ricercatori operanti presso la Fondazione.

L’intera giornata congressuale, in assonanza con gli scopi statutari volti a favorire la libera circolazione del sapere scientifico, è fruibile gratuitamente previa iscrizione al sito della Fondazione lacittadina@org

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.