Scritta antisemita presso la casa del figlio di una ex deportata

By on 24 Gennaio 2020

Una scritta antisemita è comparsa sulla porta di casa di Aldo Rolfi, figlio di Lidia, partigiana deportata a Ravensbruck nel 1944. “Juden hier” (“qui ci sono ebrei”) è stato scritto nella notte a Mondovì, in provincia di Cuneo, sulla porta della casa dove la donna ha vissuto fino alla morte, nel 1996. La via dove sorge l’abitazione è stata intitolata proprio alla Rolfi pochi anni fa.

Staffetta partigiana, dopo la deportazione, Lidia Beccaria Rolfi lavorò per l’Istituto Storico per la Resistenza di Cuneo e per l’Associazione nazionale ex deportati. Nel ’78 scrisse “Le donne di Ravensbrück”, prima opera in italiano sulla deportazione femminile nei campi di concentramento della Germania nazista.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com