Scossa in Albania. Decine i morti.

By on 27 Novembre 2019

E’ di ieri pomeriggio una nuova potente scossa, magnitudo 5, registrata a nord di Durazzo – nuovo aggiornamento sul bilancio delle vittime del terremoto che ha colpito l’Albania nelle prime ore del mattino. Il numero dei morti è salito a 18 dopo il ritrovamento di altre tre persone senza vita sotto le macerie a Durazzo. Lo riferisce il ministero degli interni albanese. I feriti sono circa 600, mentre non è precisato il numero dei dispersi. E intanto continuano le operazioni di soccorso che hanno portato all’estrazione dalle macerie di 42 persone sopravvissute al crollo di alcuni palazzi. Sotto le macerie sono morte dodici persone a Durazzo, la più importante città portuale, cinque a Thumane, località montana e frazione di Kruja, la città natale dell’eroe nazionale Skanderbeg. A Kurbin è invece deceduto un uomo che nel tentativo di salvarsi si è lanciato nel vuoto dal balcone di casa. Nella capitale Tirana, la gente è scesa in strada nella notte in preda al panico.

Come annunciato, il premier albanese Edi Rama si è recato nella cittadina di Thumane dove ha incontrato alcune delle famiglie di sfollati ospitate in tende di fortuna allestite in un campetto di calcio. Rama, visibilmente scosso, ha rivolto alle persone sfollate parole di conforto e poi è ripartito senza fare dichiarazioni alla stampa. A Thumane squadre di soccorritori e volontari stanno ancora scavando sotto le macerie di una palazzina dove si pensa ci possano essere almeno tre persone ancora intrappolate. L’area è stata isolata dalla polizia, mentre alcune ruspe rimuovono i detriti più grandi.

Il primo sisma, di magnitudo 6,5, ha colpito il Paese delle Aquile alle ore 3,54. Secondo i dati dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) italiano e del servizio geologico statunitense Usgs, il sisma ha avuto ipocentro a circa dieci chilometri di profondità ed epicentro tra Shijak e Durazzo. Sempre a Durazzo si sono accartocciati su se stessi anche due alberghi. Almeno quattro le vittime – due donne, un anziano e il suo nipote adolescente – tra le macerie dell’hotel Vila Palma, uno stabile di tre piani. Il secondo hotel è crollato nella zona della spiaggia: secondo quanto ha reso noto il ministero della Difesa albanese, dove un uomo è stato trovato senza vita.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com