Sanità Lazio. Uil fpl: Sollecitiamo una convocazione urgente da Zingaretti

By on 19 Aprile 2013

Regione LazioIQ. 19/04/2013 – Cgil Fp, Cisl Fp e Uil Fpl hanno inviato in data odierna una richiesta all’attuale Presidente della Giunta Regionale del Lazio e Commissario ad Acta per il Piano di Rientro dal debito On. Nicola Zingaretti sollecitandolo a convocare un tavolo con urgenza per affrontare alcuni temi con scadenze ravvicinate.

Lo comunicano il Segretario Regionale della Uil Fpl del Lazio Sandro Biserna ed il Segretario Responsabile della Uil Fpl di Roma Sandro Bernardini.

La nostra richiesta scaturisce dalla necessità di garantire i servizi e rispettare le norme contrattuali oggetto, negli ultimi anni, di continue e pesanti violazioni.

Fermo restando la necessità di ricercare tutte le soluzioni possibili, anche di modifica legislativa, per armonizzare la gestione del personale del SSR al resto delle altre regioni così dette virtuose, primo tra tutti la definizione di organici certi nelle aziende a garanzia dei LEA e, conseguentemente, il superamento del rigido blocco del turnover reputiamo non rinviabile affrontare alcuni temi che costituiscono condizione per mantenere in essere i già ridotti servizi ai cittadini ed evitare il dilagare di conflittualità.

• Precariato: la norma inserita nella legge di stabilità e recepita dalla Regione, che pone la scadenza dei contratti a luglio, in sostituzione dell’accordo sottoscritto che li prorogava fino al 31/12/2013 , costituisce un gravissimo problema perché fa coincidere la scadenza dei contratti in concomitanza con il periodo di ferie creando situazioni di rischio per la copertura dei servizi. Va ripristinato l’accordo e avviato il percorso per il superamento del precariato .

• Protocollo di relazioni sindacali: vanno definite subito regole che evitino la scarsa conoscenza dei provvedimenti e forniscano l’informazione in modo trasparente e tempestiva anche al fine di contenere le interpretazioni unilaterali e non sempre coerenti da parte delle singole aziende ovvero il proliferare di azioni “ad personam” che hanno spesso caratterizzato la gestione dei Direttori Generali.

• Professioni sanitarie e applicazione della legge 251/2000: l’assenza di indirizzi coerenti da parte della Regione abbinata alla autonomia delle aziende sta negando, nella Regione, l’applicazione della legge e riportando la gestione delle professioni sanitarie all’alveo della direzione medica. Inoltre la mancata indizione di concorsi per ricoprire quelle posizioni ( concorsi a costo zero visto che gli inquadramenti vengono finanziati con soppressione di posti di uguale valore) rende poco trasparente l’assegnazione degli incarichi.

• Contratto e contrattazione: l’adozione continua di provvedimenti da parte dei dirigenti della Regione di contrazione dei salari sta ingenerando un clima negativo aggravato dalla consapevolezza di azioni contro il personale e mai contro gli sprechi; quando invece potrebbero anche essere introdotti elementi economici di soddisfazione per il personale, proprio utilizzando il disposto del comma 5 dell’articolo 16 della legge n. 98 del 2011. Per contro i tagli dei fondi contrattuali, fondi finanziati dal CCNL nazionale, giustificati dalla necessità di risparmio ed operati in violazione del contratto così come la violazione ingiustificata dell’accordo sulla mobilità voluto dalla Regione e poi ignorato, come avvenuto per la chiusura dell’INRCA, per oscure ragioni, nonché l’assenza totale di relazioni sindacali e regole sostituite da circolari o pareri unilaterali che hanno prodotto discriminazioni tra il personale, renderanno a breve critica la situazione nelle strutture dove sarebbe, invece, necessario lavorare per garantire maggiore qualità e conseguenti condizioni di lavoro adeguate.

Siamo certi – concludono i sindacalisti della Uil Fpl – che l’attuale Presidente Zingaretti condividerà le preoccupazioni e l’urgenza di attivare un confronto su tali tematiche con le OO.SS.

Il Segretario Regionale Uil Fpl Lazio Sandro Biserna

Il Segretario Responsabile della Uil Fpl Roma Sandro Bernardini

 

 

 

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.