Sanità Lazio. Chiudono due turni di Emodialisi

By on 4 Settembre 2013

Regione LazioIQ. 04/09/2013 – SANITA’, SANTORI: CHIUDONO DUE TURNI DI EMODIALISI

Associazione Malati di Reni denuncia la riduzione dei servizi sanitari sul territorio

“Continua lo stillicidio delle chiusure dei turni che stanno coinvolgendo centinaia di dializzati. Da qualche giorno sia il Policlinico Tor Vergata sia l’Ospedale S. Spirito hanno soppresso 2 turni fondamentali di emodialisi pubblica con la grave riduzione di un’assistenza sanitaria sui territori coinvolti e negli orari più critici che generano, nei confronti di chi è costretto a curarsi solo durante talune ore, disagi legati alle attività lavorative e familiari” lo rende noto Fabrizio Santori consigliere della Regione Lazio e membro della Commissione Salute commentando la denuncia dell’Associazione malati di reni Onlus che ha di fatto chiesto un intervento immediato alla Regione Lazio per il ripristino dei servizi.

“La giunta Zingaretti, a quattro mesi dal suo insediamento e su diverse e importanti questioni, continua colpevolmente a navigare a vista e in totale assenza di linee guida: le uniche notizie che continuano ad arrivare ai cittadini sono solo disservizi, taglio dei servizi essenziali e nomine dorate. Sulla sanità in particolare, manca a tutt’oggi un report generale sulla situazione esistente e alla Pisana attendiamo da tempo un confronto per l’individuazione delle criticità al fine di un’adeguata riorganizzazione del sistema, che non potrà riguardare tagli indiscriminati, ma dovrà portare a garantire un efficientamento dell’intero sistema, garantendo l’imprescindibile diritto alla salute del cittadino e la continuità nelle cure e nell’assistenza al paziente. Serve razionalizzazione, non razionamento”, conclude Santori.

I DETTAGLI SULLA CHIUSURA DEI TURNI

Policlinico di Tor Vergata, il turno serale di emodialisi, già momentaneamente chiuso da 2 mesi per il periodo estivo, da oggi è stato soppresso, fino a data da destinarsi. Le persone interessate sono state ricollocate in altri turni di emodialisi all’interno del centro, creando comunque disagi legati alle attività lavorative e familiari specifiche di chi effettua i turni serali.

Ospedale S. Spirito, chiude il turno dispari mattina di emodialisi. E’ questo il secondo turno di emodialisi che viene chiuso, dell’aprile 2012. Tutte le persone interessate sono state ricollocate in altri turni, o è stato concordato il trasferimento altre strutture più vicino casa. Ma non finisce qui, la nefrologia dell’ospedale S. Spirito rischia di perdere entro il mese altre attività assistenziali legate alla nefrologia.

Entrambe le chiusure sono determinate dalla mancanza di personale medico, la ricollocazione delle persone all’interno degli stessi centri emodialisi si è resa possibile per la disponibilità di posti e l’utilizzo di stanze attrezzate normalmente impiegate per altre attività.

 

 

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.