S.Camillo/Forlanini. Dominici (Uil Fpl Roma): “Risposte del Dg. Morrone sono un offesa all’intelligenza”

By on 21 Aprile 2013

PaoloDominiciokIQ. 21/04/2013 – S.Camillo/Forlanini. Dominici (Uil Fpl Roma): “Risposte del Dg. Morrone sono un offesa all’intelligenza”

La Replica del Direttore Generale del San Camillo Forlanini alla nostra indagine sui tempi di attesa in questa azienda sono un offesa all’intelligenza dei cittadini.

Lo dice in una nota il Segretario Organizzativo della Uil Fpl di Roma Paolo Dominici.

Abbiamo preparato una seria e attenta analisi sui tempi di attesa del San Camillo Forlanini riscontrando tante, troppe anomalie, che si stanno verificando a nostro avviso in questa azienda ospedaliera.

Come è possibile attendere dai 200 ai 300 giorni per delle semplici visite specialistiche (Ortopedica o Cardiologica) con il Servizio Sanitario Nazionale mentre in libera professione (ossia a pagamento) si deve attendere al massimo 3 giorni?

Ma come è possibile affermare che le attrezzature ed il personale di questo ospedale sono di secondo livello, cioè ad alta specializzazione e sono impegnati nelle emergenze gravi e nell’alta complessità, dai trapianti alla chirurgia maggiore e pertanto nell’orario ordinario resta poco tempo per dare una risposta al fabbisogno di salute di routine che potrebbe essere assicurato negli ospedali di primo livello o nella rete dei servizi territoriali che dovrà essere adeguata?

Allora il Dg Morrone ci spieghi come mai il tempo di erogare esami diagnostici strumentali di estrema importanza come Ecografie e Risonanze Magnetiche riescono a trovarlo in Libera Professione, eccome; in meno di 6 giorni questi macchinari, che dovrebbero essere messi al servizio di tutti i cittadini, sono offerti a chi paga, ed ancor più grave il fatto che in caso l’utente debba eseguire nella stessa seduta 2 o più esami di Risonanza Magnetica oppure di Tac, il primo esame è a costo intero, mentre i successivi sono da considerarsi al 50% della tariffa ordinaria (scontati quindi).

Ci spieghi perché esistono queste cose allora?

Riteniamo infine gravissime le parole del Dg Morrone secondo le quali la Uil Fpl lo stia prendendo di mira, tutti i giorni, perché non asseconderebbe le nostre richieste a vantaggio invece di altri sindacati.

A queste insinuazioni che ritengo infamanti – conclude Dominici – risponderò quanto prima producendo tutta la documentazione necessaria atta a dimostrare i motivi della nostra protesta, volta essenzialmente a fermare gli sprechi e i provvedimenti che a nostro avviso sono impropri.

Informiamo tutte le Agenzie di stampa, Giornali Telematici e Cartacei e le Tv Locali e Regionali che domani, Lunedi 22 Aprile 2013, ci sarà l’accampamento della Uil Fpl al Forlanini innanzi la Direzione Generale. Quindi si apre lo Stato di Agitazione.

INDAGINE UIL FPL di ROMA …. San Camillo-Forlanini -Dominici Uil Fpl: “La vergogna dei tempi di attesa. Ma a pagamento è tutta un’altra storia e con gli sconti”

 

La Uil Fpl di Roma continua la sua indagine sui tempi di attesa nelle varie Aziende Ospedaliere, Ircss, Policlicini ed Asl di Roma e Provincia.

Questa volta abbiamo analizzato quelli del San Camillo Forlanini, confrontandoli anche con i tempi di attesa nella Libera Professione. E la situazione desta preoccupazione.

Ad annunciarlo è il Segretario Organizzativo della Uil Fpl di Roma Paolo Dominici

 

Anche per fare le sole prime visite specialistiche è un’impresa. Per una semplice visita Ortopedica la prima disponibilità è il 27 Novembre 2013, ben 210 giorni; Per una Visita Cardiologica ed Ecg (elettrocardiogramma) un cittadino deve attendere sino a Gennaio 2014, circa 270 giorni.

Ma quello che fa più rabbia – prosegue Dominici – è che in Libera Professione (a pagamento) nella stessa Azienda l’Ortopedica la ottieni dopo 3 giorni e la Visita Cardiologica ed Ecg dopo soli 2 giorni.

 

Ora passiamo ad altri esami.

Per una EsofagoGastroduodenoscopia con Biopsia (detta anche Gastroscopia) occorre aspettare circa 160 giorni. Ovviamente anche per questo esame in Libera Professione non esistono tempi di attesa; in 2 giorni la erogano.

Per una Ecografia Addome Completo occorre attendere sino al 30 Ottobre e comunque nel reparto possono verificare solo alcuni tratti, ossia quelli relativi all’apparato urinario (reni e vescica).

In Libera Professione, nessun problema, in 3 giorni è fatta.

 

Per una ecografia Capo e Collo (e Tiroide- Paratiroide) non è possibile prenotarlo con il Servizio Sanitario Nazionale; ovviamente in Libera Professione quella del Collo e la Tiroide-Paratiroide si può fare dopo 3 giorni.

Per una Mammografia Bilaterale occorre attendere solo 300 giorni (Febbraio 2014). Ma non ci sono problemi se si paga, in 3 giorni è fatta.

Per una Risonanza Magnetica del Cervello e del Tronco Encefalico si attendono 60 giorni solo per i pazienti affetti da patologie demielinizzanti (sclerosi multipla/sclerosi a placche), per tutti gli altri non ci sono disponibilità. Ma in Libera Professione non ci sono differenza, la si eroga a tutti in soli 5 giorni e con lo sconto per giunta; infatti qualora l’utente debba eseguire nella stessa seduta 2 o più esami di Risonanza Magnetica oppure di Tac, il primo esame è a costo intero, mentre i successivi sono da considerarsi al 50% della tariffa ordinaria.

Non è ammissibile che in una azienda ospedaliera pubblica i poveri cittadini senza reddito siano costretti a cercare altrove visite ed esami di estrema importanza, rispetto a coloro che attendono 3-4 giorni pagando. Il diritto alla salute vale per tutti e nel San Camillo Forlanini ciò non avviene. Per questo puntiamo il dito contro l’attuale Dg Morrone che lo stiamo sollecitando da molto tempo ad intervenire su questa problematica, ma senza alcuna risposta ovviamente.

Le soluzioni le abbiamo fornite – conclude Dominici -, occorre utilizzare a pieno regime i macchinari per gli esami diagnostici strumentali, lasciando le disponibilità soprattutto per il SSN e monitorare costantemente l’attività di Libera Professione per evitare situazioni come quelle che abbiamo descritto in questo comunicato; suggeriamo di utilizzare la LP quando non si riescono ad erogare le prestazioni nei tempi previsti dalla legge, 30 giorni per le visite e 60 giorni per gli esami.

 

 

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.