“ Rifiuti: Robilotta (SR), Clini prende atto che nel Lazio mancano i Termovalorizzatori”.

By on 21 Marzo 2013

robilottaIQ. 21/03/2013 – Comunicato Stampa di  Donato Robilotta Coordinatore dei Socialisti Riformisti.

 

Con la riunione di ieri il Ministro Clini ha preso atto, purtroppo, che nella nostra Regione mancano gli impianti di Termovalorizzazione, già autorizzati, che se costruiti permetterebbero di chiudere in maniera virtuosa il ciclo rifiuti.

Infatti il Ministro ha scoperto non solo che non abbiamo sufficienti impianti per trattare tutti i rifiuti che produciamo, ma soprattutto che parte del CdR, che gli impianti di Tmb producono, spesso va a finire in discarica, perché non abbiamo un numero sufficiente di impianti di termovalorizzazione per trattarlo.

Ecco perché, oltre ad aumentare la raccolta differenziata, bisognerà velocemente costruire alcuni degli impianti di Tmb già autorizzati nel 2008, il gassificatore di Albano e terminare quello di Malagrotta, con le altre due linee, se non vogliamo continuare a buttare il Cdr prodotto o portarlo in altre Regioni, cosa che non ci darebbe nessun vantaggio ma farebbe solo aumentare i costi.

Tutto questo dovrà essere contenuto nel nuovo piano regionale dei rifiuti che il Ministro Clini auspica che venga approvato quanto prima.

In ogni caso attualmente produciamo circa 2 milioni novecentocinquantamila tonnellate di rifiuti, al netto della raccolta differenziata che diamo per buona al 30%, con i Tmb presenti e il nuovo tritovagliatore possiamo arrivare a trattare al massimo 2 milioni e cento- 2 milioni e duecentomila tonnellate di rifiuti, con un deficit di oltre 700 mila tonnellate di rifiuti non trattai che da qualche parte dovranno essere sversati. Eco perché ho dubbi che possa essere chiusa Malagrotta senza aver trovato un altro sito.

E in ogni caso anche quando sarà raggiunto il massimo della raccolta differenziata, previsto dalla legge, e costruiti tutti gli impianti, che consentano di chiudere il ciclo in maniera virtuosa, servirà sempre una discarica di servizio per i residui della lavorazione degli impianti.

Roma, Giovedì 21 Marzo 2013

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.