Renzi: Ora un’ Italia Coraggiosa e Semplice.

By on 19 Aprile 2014

“L’intervento di oggi (ieri ndr) è un primo passo ma significativo, è l’ora ICS: ora un’ Italia Coraggiosa e Semplice e Open Data: eventi e programmi degli Enti Locali, saranno online, altrimenti riduciamo i trasferimenti”. Così il premier Matteo Renzi, in conferenza stampa a palazzo Chigi, annunciando il decreto approvato in Consiglio dei Ministri ed illustrandone le coperture.

“Si tratta di un provvedimento veramente serio e corposo – ha chiarito Renzi – sono molto felice perché non soltanto smentiamo i gufi che hanno più volte auspicato che non ci fossero le coperture, ma perchè in generale si avvia un percorso di rioganizzazione dello Stato”.

Coperture del Decreto approvato in CdM

Da Bankitalia ci saranno 1.8 miliardi, dalle agevolazioni fiscali 1 miliardo, dall’Iva 600 milioni di euro.

80 euro. “Gli ottanta euro mensili non sono una tantum ma una misura strutturale, esattamente come i tagli della spesa. Quindi la rimodulazione dell’Irpef sarà strutturale come anche l’Irap del 10%, attraverso misure per le aziende private”, ha aggiunto il premier.

Stiamo restituendo agli italiani qualcosa che è degli italiani e lo stiamo facendo stringendo la cinghia alla politica e restituendo libertà ai cittadini che stanno sotto i 26 mila euro”.

Rai. “La Rai è chiamata a concorrere al risanamento con 150 milioni di euro, è autorizzata a vendere Rai Way e riorganizzare le sedi regionali ma deciderà lei che cosa fare. Certo è chiamata a concorrere”.

2 mld da risparmi. “Lasciamo a Regioni ed Enti locali come intervenire con i tagli, ma diamo loro 60 giorni di tempo, se questo non avviene interveniamo noi”.

Norma Olivetti. “Via libera da parte del governo alla cosiddetta ‘norma Olivetti’. Ovvero, come diceva Adriano Olivetti, ‘un manager non può guadagnare 10 volte più dei lavoratori’. Si tratta di un ‘principio sacrosanto’. Di conseguenza, lo stipendio del primo presidente di Cassazione passa da 311 mila euro a 240 mila. E il tetto dei 240 mila euro varrà per tutti i dirigenti della Pubblica amministrazione. Quindi, un tetto massimo di 20 mila euro al mese, che non è così drammatico”, ha puntualizza Renzi.

Ha concluso Renzi: “Non temo slittamenti, vedo un buon clima sulle riforme. Sono ottimista sul fatto che entro maggio sarà votata la riforma costituzionale. Quanto alla riforma della legge elettorale, spero sarà fatta entro l’estate. Voglio capire come farà il Movimento Cinque stelle a non votare queste misure. Alcune di queste sono state vagheggiate da tanti in campagna elettorale. Ma noi le realizziamo”.

 

 

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.