REI, valanga di richieste.

By on 4 Gennaio 2018

E’ partita una caccia serrata al Rei, il Reddito d’Inclusione. Fra il 1° dicembre 2017 e il 2 gennaio 2018 sono arrivate all’Inps quasi 76mila domande (75.885 per la precisione). Una vera e propria valanga di richieste per la nuova misura inserita nella legge di Bilancio, che mira ad aiutare le famiglie con redditi sotto la soglia di povertà.

Secondo i dati diffusi dall’Istituto di Previdenza, tra le regioni italiane, la maggior parte delle domande è arrivata dalla Campania con 16.686, pari al 22% del totale. Nella graduatoria regionale segue la Sicilia con 16.366 (21,4%) e la Calabria con 10.606 richieste, pari al 14% delle domande pervenute. Oltre 5mila le richieste arrivate da Lombardia, Lazio, mentre nella parte bassa di questa speciale classifica troviamo la Puglia e la Provincia Autonoma di Trento, da dove non sono arrivate richieste e la  Provincia Autonoma di Bolzano dove sono state soltanto otto.

Il Rei è operativo dal 2018, ma la possibilità di richiederlo era stata aperta lo scorso 1 dicembre come previsto dal Decreto legislativo n. 147 del 15 settembre 2017. Il Reddito d’Inclusione prende il posto del Sia,  Sostegno per l’inclusione attiva, e dell’Asdi, Assegno di disoccupazione, e prevede un assegno che varia da un minimo 187 euro ad un massimo di 485 euro al mese per le famiglie più numerose.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.