RAMPELLI NUOVO CAPOGRUPPO DI FRATELLI D’ITALIA-ALLEANZA NAZIONALE

By on 17 Giugno 2014

Fabio Rampelli è stato eletto all’unanimità presidente del Gruppo di Fratelli d’Italia Alleanza nazionale di Montecitorio. Rampelli è uno dei fondatori di Fratelli d’Italia, di cui rappresenta il motore organizzativo. Architetto, ex atleta azzurro di nuoto, è giunto in Parlamento con Alleanza nazionale nel 2006, dopo aver maturato la sua esperienza negli enti locali.
Noto per aver animato a destra l’ala movimentista e innovatrice con battaglie storiche come quella per la revisione dei libri di testo scolastici e il recupero di una visione plurale e non faziosa della storia; schieratosi ufficialmente nell’ultimo referendum contro le centrali nucleari, ha sempre rappresentato un’avanguardia sui temi della salvaguardia ambientale e del trattamento dei rifiuti, portando a destra la cultura della raccolta differenziata spinta e la strategia ‘rifiuti zero’ sperimentata a San Francisco.
Appassionato di architettura identitaria e cultore di quella razionalista, ha introdotto in Italia la battaglia contro l’archistar system, è anche conosciuto per il suo impegno nel terzo settore e nel volontariato sociale e si è distinto per un’intensa attività antirazzista che gli meritò l’apprezzamento di Monsignor Luigi Di Liegro, prima ancora della svolta di Fiuggi.
Pochi mesi fa il presidente Boldrini l’ha sanzionato con un’espulsione dai lavori parlamentari di 8 sedute per aver occupato i banchi del governo e aver innalzato il cartello con sopra scritto ‘corrotti’, relativamente all’approvazione del decreto legge sulla ri-privatizzazione della Banca d’Italia e sulla ricapitalizzazione degli istituti di credito privati per 7 miliardi e mezzo di euro. Fin dall’attività giovanile ha sempre promosso i temi della lotta alla mafia e alla criminalità organizzata, interpretando battaglie contro la corruzione e l’illegalità, difeso le forze dell’ordine e le forze armate, rafforzato il fronte sovranista a tutela dell’indipendenza nazionale. Si è caratterizzato infine per il sostegno alla famiglia tradizionale, per la difesa della vita fin dal concepimento, per la lotta a ogni ipotesi di legalizzazione della droga. E’ il primo firmatario della proposta d’istituzione di una commissione d’inchiesta sulla strage di Ustica.
“Sono ansioso di rafforzare – ha detto Rampelli – la battaglia del centrodestra contro l’Europa del rigore e contro questa sinistra italiana, purtroppo piegata alle esigenze di marketing di Renzi e insensibile ai reali bisogni di quegli italiani che nessuno fino a oggi ha voluto o saputo garantire. Sono proprio questi gli italiani quelli che possono far ripartire la nostra economia se solo qualcuno investisse su di loro. FDI AN farà la sua parte per ricostruire uno schieramento chiaro di centrodestra, alternativo alla sinistra e fondato su chiari valori distinti e distanti da quelli progressisti”.
“Insieme ai colleghi e guidati da Giorgia Meloni- ha concluso- sapremo crescere ancora offrendo alla nostra comunità un centrodestra a testa alta, libero dai condizionamenti e partecipato da tutti i nostri simpatizzanti”.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.