Putin: “Fermare le intimidazioni nei confronti di Pyongyang”.

By on 15 Maggio 2017

“Controproducente, nocivo e pericoloso”: duro e chiaro il giudizio del presidente russo Vladimir Putin, sul nuovo test missilistico della Corea del Nord, che, secondo le minacce di Pyongyang, sarebbe stato in grado di colpire il territorio americano con una testata nucleare. Ma, insieme, il capo del Cremlino, rivolge in parallelo un appello a fermare “le intimidazioni” nei confronti di Pyongyang e a lavorare per costruire una soluzione pacifica al problema. “Siamo categoricamente contro l’allargamento del ‘club’ delle potenze nucleari”, ha detto il presidente russo in visita a Pechino.

Quel missile potenziato, un nuovo Hwasong-12 lanciato domenica alla presenza dello stesso Kim, avrebbe potuto volare per 4500 chilometri, fino a colpire la base militare sull’isola di Guam, che è territorio americano. Non solo. Con terminologie roboanti e battagliere, l’agenzia di stampa nordcoreana aveva diffuso comunicati di questo tenore: “Gli americani sappiano che le loro basi sulla terraferma e nel Pacifico sono nel mirino della Corea del Nord, che ora ha tutti i potenti mezzi per colpire di rappresaglia”.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.