Pusher sequestrati e costretti a subire una «roulette russa».

By on 20 novembre 2018

Tre spacciatori italiani di 25, 24 e 21 anni, sono stati arrestati dai carabinieri per aver sequestrato e costretto a subire una «roulette russa» altri tre giovani pusher (due 18enni e un 17 enne), puntando loro, a turno, una calibro 38 carica alla testa e premendo il grilletto. Soltanto per un caso estremamente fortunato in nessuno dei tre casi la pistola ha sparato: aveva tre colpi in canna su sei, la probabilità che almeno uno dei ragazzi morisse era altissima. I tre ragazzi erano accusati di aver fatto sparire una partita di droga affidata ad uno di loro, sabato sera in un box di Mezzago (Monza). L’episodio è stato raccontato dalle vittime. Due degli spacciatori che hanno subito il macabro «gioco», all’insaputa del terzo, avevano rubato alcune decine di dosi di marijuana per rivenderla ad un quarto giovane (poi rintracciato ed arrestato dai carabinieri per detenzione di droga). A casa dei sequestratori, tutti portati in carcere a Monza, i carabinieri hanno trovato e sequestrato in totale 5 kg di hashish e 1 kg di marijuana, 60 proiettili calibro 38 e oltre 10 mila euro in contanti.

A chiamare i carabinieri è stato un altro ragazzo, anche lui poco più che 18enne, arrivato a Mezzago per incontrare i tre amici nel box. Da fuori li ha sentiti gridare disperati e ha telefonato al 112. Quando i militari della compagnia di Vimercate (Monza) sono arrivati sul posto, hanno trovato sequestrati e sequestratori davanti al box e li hanno bloccati. A quanto emerso, i tre spacciatori ventenni avevano affidato alcune dosi di marijuana a uno del gruppo dei più giovani. «Me l’hanno rubata», ha sostenuto lui. In realtà, a rubargliela erano stati i due amici. I ventenni non gli hanno creduto e gli hanno dato appuntamento in un bar della zona per «chiarire la questione».

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.