Professione Nonni – Uscita n.5

By on 12 Giugno 2013

nonno e nipoteIQ. 12/06/2013 – Buongiorno a tutti, carissimi colleghi nonni, mi auguro che vi siate svegliati con la forza che ci contraddistingue. Ieri come vi avevo preannunciato ho passato l’intera giornata con i miei bambini….cosa dirvi, e’ stata una giornata meravigliosa, di quelle che non si dimenticano facilmente.

Tutto e’ cominciato con l’arrivo della mia nipotina Gaia, era una giornata calda qua a Latina, anche se un po’ ventilata, allora siamo andate insieme a svegliare Francesco, il bimbo della vicina e abbiamo passato la mattina a colorare. Dovevate vedere in che stato era ridotta mia nipote….era riuscita ad impossessarsi di uno dei colori ad acqua della cugina e ad imbrattarsi il visino di nero.

Aveva la faccia nera come uno spazzacamino, avete presente quelli nel film di Mary Poppins? Gaia era uguale, con Francesco davanti che rideva a crepapelle e lanciava i colori a terra ed io li con la speranza che schioccando le dita ogni cosa tornasse al suo posto….a proposito di Mary Poppins, cari colleghi nonni, i vostri nipoti vi hanno mai chiamato con un soprannome?

A me si!! E proprio Mary Poppins, dicono tutti che ho sempre l’occorrente nella borsa…

Nonni della mia generazione, vi sarete ormai resi conto che il nostro ruolo e’ divenuto fondamentale al giorno d’oggi per i nostri nipoti? Dobbiamo rimboccarci le maniche ancora una volta affinche’ i nostri nipoti ci considerino la loro certezza, senza la quale con che mondo andranno a scontrarsi?

Con i tempi che corrono, le certezze svaniscono molto presto e lasciano dei vuoti incolmabili, noi nonni dobbiamo mantenerle vive nei cuori dei giovani ed educarli a credere in se stessi; solo cosi possiamo aiutare anche i nostri figli a tenere i demoni lontano. Mi riferisco a quelle cattive abitudini che i giovani imparano facilmente quando non hanno una guida chi li sostenga moralmente ogni giorno. E quella guida siamo noi, cari colleghi nonni.

Ma ora vi lascio alle vostre cose, sperando che troviate il tempo per leggere la nostra rubrica resto in attesa di nuovi spunti per creare delle discussioni un abbraccio virtuale a tutti.

About Redazione

One Comment

  1. ilaria

    12 Giugno 2013 at 15:55

    Le giornate trascorse con i piccoli sono sempre speciali: hanno la facoltà di farci tornare indietro nel tempo. Quante volte ci mettiamo al loro livello e tornando un po bimbi….ci mettiamo a giocare e scherzare spensierati?? E quando ridiamo con loro lo facciamo perchè ci stiamo divertendo sul serio..perchè in quegli istanti riusciamo a dimenticare i nostri problemi e ad essere semplicemente noi stessi…senza dover indossare le inutili maschere che spesso ci richiede l’etichetta.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.