Professione Nonni – Uscita n.14 di Laura Cugini

By on 24 Giugno 2013

nonno e nipoteIQ. 24/06/2013 – Buon inizio settimana carissimi colleghi nonni, oggi a Latina ha tirato un venticello fastidioso che non mi ha permesso di usare la bicicletta; peccato, avrei potuto portare a passeggio la mia piccola Gaia nel seggiolino dal momento che lei lo trova divertente. Sono cosi deliziosi i nostri nipotini quando ci regalano quei sorrisini di assenzo, come a volerci dire “grazie, mi piace stare con te”.

Purtroppo pero’ non tutti possiamo fare i nonni come vorremmo, ieri mi ha scritto una giovane nonna che e’ finita in ospedale dal dispiacere. In verità in ospedale ci si trovava gia per fare una terapia, quando all’improvviso si è sentita mancare e il suo cuore è andato in extrasistole. Intervenuti tempestivamente, i medici hanno consigliato il ricovero per effettuare ricerche piu’ approfondite.

La nostra cara amica, nonna di una bellissima bimba, deve faticare non poco per passare una giornata con la nipotina, infatti le viene affidata solo se i suoi genitori ne hanno bisogno, altrimenti non puo’ vederla.

L’altro giorno, mentre erano insieme, la nipotina le ha confessato che il suo papà non vuole assolutamente farla stare con la sua adorata nonna e si è messa a piangere……la nostra amica ha consolato la nipotina e le ha spiegato di avere avuto un diverbio con la sua mamma e che presto le cose torneranno a posto.

Ma sapete cosa ci succede dentro, colleghi nonni, quando ci si sente rifiutati, il cuore ci si ingrossa a tal punto che sembra voglia esplodere fuori dal petto, aumentano i battiti e la testa inizia a girare finche’ non si perde conoscenza. Siamo stati figli anche noi e chissa’ quante volte abbiamo trattato male i nostri genitori, nonni dei nostri figli….ognuno di noi dovrebbe fare un esame di coscienza, io per prima che mi trovo seduta a scrivervi e a ricevere le vostre confidenze, ebbene si, anch’io spesso tratto in malo modo mia madre ogni qualvolta mi dice qualcosa sui miei figli.

Credo che sia quella gelosia ossessionante che ogni genitore si porta dentro e che ci fa pensare che tenendo troppo tempo i nostri figli con i nonni, questi possano affezionarsi piu’ a loro che a noi. Mi rivolgo a tutti quei genitori che usano atteggiamenti sbagliati verso i nonni; non abbiate timore, noi nonni abbiamo un altro ruolo e non possiamo sostituirvi e se vedete i vostri bambini troppo attaccati a noi, non vi dovete preoccupare, voi siete e resterete sempre i loro genitori.

Non so voi cari nonni, ma io ad un certo punto della giornata mi rendo conto che le mie nipotine hanno bisogno delle loro mamme, ma non penso mai che si siano stancate di me, vogliono solo tornare nel loro ambiente, niente di piu’.

Quindi fate attenzione genitori, non fateci sentir male come la nostra collega nonna che è ancora ricoverata; noi nonni non rubiamo l’affetto a nessuno. Con questo vi auguro una buona giornata e insieme a tutti voi colleghi nonni, vorrei mandare un augurio di pronta guarigione alla nostra amica e collega che si e’ sentita male.

Un abbraccio virtuale a tutti.

nonna ciona

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.